Innovazioni Digitali, il Comune di Sciacca entra nell’ANPR  

 

Innovazioni digitali e procedure anagrafiche più semplici e veloci. C’è anche il Comune di Sciacca nell’ANPR, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. È quanto rendono noto il sindaco Francesca Valenti e l’assessore ai Servizi Demografici Fabio Leonte.

L’ANPR è una banca dati nazionale istituita per semplificare i servizi demografici, favorire la digitalizzazione e il miglioramento dei servizi a cittadini, imprese ed enti.

“Servizi più facili, accessibili, efficienti, sicuri – evidenzia il portale del Ministero dell’Interno che ha promosso l’iniziativa –. Se prima le nostre identità erano disperse in quasi ottomila comuni, oggi sono raccolte in un’unica Anagrafe. L’interoperabilità tra Enti consente al cittadino di non dover comunicare a ogni ufficio della Pubblica Amministrazione i suoi dati anagrafici o il cambio di residenza.”.

Tanti sono i vantaggi per il cittadino che, con il proprio Comune entrato in ANPR, “può vedere, scaricare e stampare i propri dati anagrafici e richiedere autocertificazioni sostitutive delle certificazioni anagrafiche”.

Un cittadino di un altro Comune presente in ANPR può presentarsi adesso all’Ufficio Anagrafico del Comune di Sciacca a richiedere uno stato di famiglia, un certificato di residenza e altri documenti anagrafici. Così come un cittadino saccense domiciliato in un altro Comune presente in ANPR può fare la stessa cosa a distanza.

Vantaggi in termini di efficienza, sicurezza e risparmi per le stesse amministrazioni presenti in ANPR il cui dialogo viene adesso reso più semplice.

Giornata di studi sulla scuola

Una giornata di studi sulla scuola siciliana. È stata promossa dall’Ufficio Scolastico Regionale martedì, 11 maggio, dalle 9,30 alle 13,30, con una videoconferenza dal titolo “Dagli abbandoni alle riconquiste-La scuola siciliana e il recupero educativo attraverso i patti territoriali”. Alla conferenza parteciperà anche il Comune di Sciacca, con l’assessore all’Istruzione Gisella Mondino che invita da oggi le associazioni del territorio a proporsi per i Patti di comunità anche in vista del “Piano scuola estate 2021”. Un piano che vedrà l’organizzazione di attività tese a rinforzare le competenze disciplinari e relazionali degli studenti e recuperare quella socialità messa a dura prova dall’emergenza sanitaria Covid 19, per accompagnarli al nuovo anno scolastico 2021/2022.

L’Ufficio Scolastico Regionale – informa l’Anci Sicilia, che invita i Comuni alla partecipazione – ha già finanziato 23 Patti di Comunità in diversi Comuni e organizza la giornata di studi sulla scuola in previsione del prossimo avviso pubblico di finanziamento. L’iniziativa è volta al consolidamento di una rete stabile fra i diversi soggetti coinvolti, con l’obiettivo di fornire unitarietà di visione a un progetto organizzativo, pedagogico e didattico legato alle specificità e alle opportunità territoriali.