Salute e decoro, divieto di disfarsi di mozziconi di sigarette e obbligo collocazione posacenere

posacenere

a�?I contenuti di catrame e nicotina impiegano da 1 a 5 anni per degradarsi, con tempi piA? lunghi di inquinamento e pericolo per la salute pubblica e privata. I mozziconi e la relativa cenere, oltre a deturpare e danneggiare la��abitato, vengono spazzati nelle caditoie pubbliche per le acque piovane per poi finire nelle acque del marea�?. A? uno dei passaggi inseriti in premessa nella��ordinanza emessa dal sindaco Fabrizio Di Paola in cui si istituisce in cittA� il a�?Divieto di disfarsi dei mozziconi di sigarettea�? e la��obbligo per i titolari di pubblici esercizi di dotarsi di dotarsi di adeguati posacenere da collocare alla��esterno della propria attivitA�.

Il provvedimento, per la tutela della salute pubblica e per il decoro della cittA�, A? stato emesso su proposta della Polizia Municipale. Le violazioni saranno punite con una sanzione amministrativa che va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.

Ecco nel dettaglio le prescrizioni della��ordinanza:

1)A�A�A�A�A� A? vietato, in tutto il territorio comunale, comprese le spiagge e tutta la fascia costiera, di gettare, depositare o abbandonare, ovunque, mozziconi o cenere di sigarette e altri prodotti di tabacco in genere;

2)A�A�A�A�A� A tutti i titolari di pubblici esercizi, che operano nel territorio comunale, di dotarsi, durante la��orario di apertura, di adeguati posacenere contenenti sabbia, o materiali similari, da collocare esternamente alla��ingresso del proprio esercizio. In presenza di due o piA? pubblici esercizi attigui e/o vicinali sarA� possibile condividere uno stesso posacenere, il quale dovrA� essere collocato entro 5 metri dalla��ingresso di ogni singolo esercizio interessato A�(per pubblici esercizi si indicano, a titolo esemplificativo, i chioschi, i ristoranti, le trattorie, le tavole calde, le pizzerie, le birrerie, i pub, i bar, i caffA?, le gelaterie, le pasticcerie, gli esercizi di pubblico intrattenimento e/o svago, le sale da gioco, le sale da ballo, i locali notturni e gli esercizi similari)

Obblighi per proprietari aree incolte in centro urbano, novitA� nella��ordinanza

cupola chiesa del carmine

 

Entro metA� maggio di ogni anno i proprietari di aree incolte situate alla��interno del centro urbano debbono provvedere alla manutenzione delle siepi, delle cunette e dei fossati di scolo che fiancheggiano le strade. Lo prevede la��ordinanza del 2014.

Su proposta del Comando della Polizia Municipale, il sindaco Fabrizio Di Paola ha emesso un nuovo provvedimento che prevede due novitA�. La prima A? che i proprietari delle aree incolte debbono a�?mantenere le condizioni di decoro, igiene e sicurezza pubblica dal 16 maggio al 15 ottobre successivo di ciascun annoa�?. La seconda novitA� riguarda le sanzioni. Il non rispetto della��ordinanza comporta la sanzione amministrativa che va da 25 a 500 euro a�?per ogni particella e, comunque, per ogni mille metri quadrati o frazione di superficiea�?.

Ecco cosa prevede il provvedimento.

Ai proprietari di terreni incolti, qualunque essa sia la destinazione da��uso, posti frontalmente alle strade comunali e vicinali, si ordina di provvedere alla��esecuzione dei seguenti interventi:

-A�A�A�A�A�A�A�A�A� Sistemare le siepi e le ripe dei fondi in modo da evitare il restringimento del piano viabile e la��ingombro delle cunette stradali, che dovranno avere una sistemazione sufficiente a evitare incendi e a favorire lo smaltimento delle acque meteoriche diluviali;

-A�A�A�A�A�A�A�A�A� Sistemare le siepi e i reticolati a una distanza non inferiore ai 50 centimetri dal ciglio interno delle cunette stradali, provvedendo alla��allontanamento del materiale di risulta e lasciando pulita la sede stradale e le cunette;

-A�A�A�A�A�A�A�A�A� Provvedere alla rimozione nel piA? breve tempo possibile, quando per effetto di incendi, intemperie o per qualsiasi altra causa vengano a cadere, sul piano stradale, alberi piantati nei terreni laterali o ramaglie di qualsiasi specie o detriti, pietrisco e fanchiglia, provenienti da stradoni o passaggi privati;

-A�A�A�A�A�A�A�A�A� Provvedere alla sistemazione e pulizia radicale dei fossati di scolo che fiancheggiano le strade al fine di renderli efficienti allo smaltimento delle acque meteoriche e a eliminare pericolo di incendio.

Sviluppo sostenibile, forum partecipato il 27 maggio per la definizione del Paes

banner Ps

Un forum per la definizione del Paes, Piano da��Azione per la��Energia Sostenibile. Si terrA� mercoledA� 27 maggio 2015 alle ore 16 nella Sala Blasco del Palazzo Municipale. A? stato indetto dal sindaco Fabrizio Di Paola. Un avviso A? stato pubblicato sul sito internet del Comune di Sciacca cosA� come la bozza del Paes, consultabile alla��indirizzo www.comunedisciacca.it. Al forum sono invitati a partecipare i cittadini, le associazioni, quanti siano interessati per fornire il proprio contributo.

I cosiddetti a�?portatori d’interessea�? del territorio sono coinvolti per un’azione partecipata e consapevole della comunitA�. La��Amministrazione comunale organizza il forum partecipato con l’obbiettivo di sintetizzare le analisi effettuate, accogliere spunti e prioritA� che si delineeranno dal forum, condividere le azioni sviluppate e finalizzare il PAES per la successiva adozione da parte del Consiglio Comunale.

La sessione sarA� presieduta dal sindaco Fabrizio Di Paola. Interverranno la��assessore Alla��Ecologia Gaetano Cognata, il dirigente del 4A� Settore Giovanni Bono, il R.U.P. Giuseppe Liotta e la��A.T.I. costituita da SPES Consulting e LITOS Progetti che sta supportando la��Amministrazione nella pianificazione e redazione del PAES, per presentare le attivitA� sviluppate e il Piano.

Il Piano da��Azione per l’Energia Sostenibile del Comune di Sciacca A? in corso id redazione.A� A? lo strumento con cui ci si propone di ridurre le emissioni di CO2 del 20 per cento, di aumentare del 20 per cento il livello di efficienza energetica ed incrementare del 20 per cento l’uso delle fonti energetiche rinnovabili al 2020, attraverso la��attuazione di un insieme di azioni che il Comune si impegna a sviluppare nei prossimi anni.

LINK

Arriva la “Pompieropoli” dei Vigili del Fuoco, i bambini imparano la sicurezza giocando

pompieropoli a sciacca

Imparare la sicurezza giocando. A? la filosofia che anima Pompieropoli, allestita questa mattina nella Piazza Scandaliato con percorsi guidati, automezzi di soccorso, Vigili del Fuoco in tenuta operativa. A�Una giornata di sensibilizzazione a Sciacca rivolta ai bambini, organizzata dalla��associazione nazionale dei Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale a�� Sezione di Agrigento, in collaborazione con il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco e il Comune di Sciacca. Ad aprire la manifestazione il saluto del sindaco Fabrizio Di Paola a tutti i partecipanti e la��intervento dal vice comandante provinciale dei vigili dei fuoco Andrea Abruzzo.

A disposizione dei bambini, per un giorno, un percorso con prove di abilitA�, ostacoli da superare, pareti da scalare, studiato appositamente per farli divertire e riflettere sui pericoli presenti nelle abitazioni ma anche negli istituti scolastici che frequentano.

pompieropoli sciacca

Portale dei servizi comunali .Via Roma, 13– SCIACCA Centralino: 0925.20111 Partita IVA 00220950844