PRG, giornata di conoscenza e di confronto in Sala Blasco

IMG_3623

Giornata informativa oggi sul Prg. Una giornata aperta alla città, alle associazioni, agli ordini professionali, per un momento di conoscenza e di confronto sul nuovo Piano Regolatore Generale. E’ stata promossa dalla presidenza del Consiglio comunale unitamente all’Amministrazione Comunale di Sciacca, dopo l’approvazione dell’iniziativa da parte della Conferenza dei Capigruppo consiliari.

La giornata di informazione si è svolta nella Sala Blasco. Ha aperto e coordinato i lavori il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono. Sono intervenuti il sindaco Fabrizio Di Paola, l’assessore all’Urbanistica Ignazio Bivona, il dirigente del Settore Urbanistica del Comune Giuseppe Bivona e l’architetto Alberto Piazza, quest’ultimo, in rappresentanza del gruppo di progettazione composto anche dagli architetti Leone e Gabrielli.

Nel corso degli interventi, è stata evidenziata l’importanza dello strumento per lo sviluppo urbanistico della città e del suo territorio fondato su regole certe e su uno storico passaggio da città agricolo-commerciale a città turistico-commerciale. Si tratta del primo Piano Regolatore della città, a 21 anni circa dall’approvazione, nell’aprile del 1994, delle direttive da parte dell’allora Consiglio comunale.

IMG_3627

Gli interventi hanno ricostruito il lungo e complesso iter e illustrato gli aspetti principali del nuovo piano che – è stato detto – si riallaccia alla storia e alle attrazioni del territorio, si lega alle bellezze del paesaggio e dei monumenti, coglie le vocazioni e le ispirazioni della città, cerca di unire parti staccate (come la Perriera, contrada Isabella e San Marco) in un tessuto urbano più compatto e che viene collegato al mare attraverso la creazione di appositi percorsi.

Sono state illustrate le proposte in tema di servizi, di verde, attrezzature sportive, scuole, di collegamenti viari (proposta la realizzazione di una circonvallazione con la trasformazione dell’attuale tratto della statale 115 e la creazione di un nuovo tratto di statale a monte – dallo svincolo San Bartolo allo svincolo Sant’Anna – per il traffico pesante e interprovinciale). L’area portuale, è stato detto infine, rappresenta un punto strategico per il quale è in corso la redazione del Piano Regolatore del Porto da parte del Genio Civile Opere Marittime. La città di Sciacca si gioca il suo futuro col il suo fronte mare.

Gli atti del nuovo Prg sono pubblicati sul sito internet del Comune di Sciacca. L’argomento – è stato comunicato – è inserito all’ordine del giorno del Consiglio comunale. La Conferenza dei Capigruppo stabilirà la data per la sua trattazione.

IMG_3621

Rifinanziamento Zona Franca Urbana, sindaco Di Paola a Roma

sciacca cartina

140 milioni di finanziamenti in due anni, 2015 e 2016. Due milioni e mezzo la cifra media spettante ad ogni Zfu (Zona Franca Urbana), tra cui anche il Comune di Sciacca. Sono alcuni dati emersi nel corso della riunione operativa che si è svolta ieri a Roma, nella sede nazionale dell’Anci, a cui hanno partecipato il sindaco Fabrizio Di Paola e il dirigente dello Sviluppo Economico del Comune di Sciacca Venerando Rapisardi. .

L’iniziativa è stata promossa dall’Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni d’Italia, in collaborazione con la Direzione generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo Economico in preparazione del decreto attuativo che seguirà il rifinanziamento delle Zone Franche Urbane  per le annualità 2015 e 2016. L’iniziativa è finalizzata a rafforzare la crescita imprenditoriale e occupazionale delle imprese del territorio, tramite agevolazioni fiscali e contributive.

“Con l’’articolo 22 del decreto legge n.66 del 2014, convertito con legge numero 89 del 2014, legge di stabilità, – spiega oggi il sindaco Fabrizio Di Paola di ritorno da Roma – sono state rifinanziate le 45 Zone Franche Urbane di cui al decreto ministeriale del 10 aprile 2013 (tra cui Sciacca) e altre 10 Zone Franche Urbane dell’Italia centro nord. La disponibilità finanziaria complessiva è pari a 140 milioni di euro, di cui 40 milioni per il 2015 e 100 milioni per il 2016. Si è stabilito di cercare il coinvolgimento delle Regioni, per aumentare la dotazione finanziaria. Le somme spettanti, in media, ad ogni Zona Franca Urbana è pari a circa 2,5 milioni di euro. Numerose sono state le proposte, tra cui quella della comune di Sciacca di estendere i benefici anche ai nuovi soggetti che hanno scelto nel 2014 il nuovo regime forfettario per cui è prevista una imposta sostitutiva non prevista nel precedente decreto, così come l’estensione del beneficio per abbattere i contributi Inps ad artigiani e commercianti. Rifinanziando le Zfu del precedente decreto, rimarranno immutate le zone censuarie. Al Comune di Sciacca saranno trasmessi nei prossimi giorni i dati dettagliati in corso di elaborazione. Su tale base, faremo gli opportuni approfondimenti per vedere cosa proporre e quali iniziative promuovere”.

“Nel corso della riunione all’Anci, – conclude il sindaco Fabrizio Di Paola – sono stati forniti i dati dell’Agenzia delle Entrate al 31 gennaio 2015 sulla fruizione dei fondi assegnati nel precedente bando. La media per la Sicilia delle aziende che finora hanno usufruito dei benefici è pari al 60 per cento, con l’utilizzo dei fondi pari al 16,23 per cento. Si è preso atto inoltre delle minore risorse finanziarie assegnate e l’aumento della platea delle Zone Franche Urbane, con l’inserimento di 10 Zone Franche Urbane del centro-nord”.

In pagamento bonus socio-sanitario a famiglie con anziani o disabili gravi

atrio inferiore comune

Il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore alle Politiche Sociali Daniela Campione comunicano che è in pagamento il bonus socio-sanitario relativo al 2014 a favore di famiglie con anziani non autosufficienti o con disabili gravi del distretto Socio-sanitario n. 7. Il bonus ammonta a 629 euro.

I beneficiari possono riscuoterlo presso le tesorerie dei rispettivi Comuni. La tesoreria del Comune di Sciacca è l’Unicredit.  I beneficiari nell’intero distretto risultano 348, di cui 159 a Sciacca.

Il sindaco Di Paola e l’assessore Campione rendono inoltre noto che è stato emesso in questi giorni il nuovo avviso per beneficiare del bonus socio-sanitario per il 2015.

L’avviso, valido per tutto il Distretto Socio Sanitario, è stato emesso dal dirigente del I Settore Affari Sociali del Comune di Sciacca Michele Todaro quale comune capofila. Le istanze dovranno essere presentate entro il 20 Marzo 2015.

Sono destinatarie del Buono socio-sanitario le famiglie, residenti nel territorio del Distretto Ag 7 dei Comuni di Sciacca, Menfi, Caltabellotta, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belice, Montevago, che accolgono e si prendono cura di anziani di età non inferiore a 69 anni e un giorno, in condizione di non autosufficienza, o di disabili gravi, ai quali garantiscono prestazioni di assistenza e di aiuto personale, anche di rilievo sanitario.

Possono presentare istanza presso il Comune di residenza, le famiglie con un I.S.E.E. non superiore a 7.000,00, euro. Per accedere al beneficio, occorre presentare apposita istanza allegando la seguente documentazione:

1)      Attestazione I.S.E.E.;

2)      Certificazione attestante la disabilità grave;

3)      Fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente.

Il modello di richiesta è disponibile presso l’Ufficio URP dei Comuni del Distretto Ag 7 e può essere scaricato dal siti internet istituzionali degli stessi enti.

Ceramiche di Sciacca al museo “Duca Di Martina” di Napoli, accolta richiesta

logo città in ceramica

Parte la macchina organizzativa per allestire una mostra di Ceramiche di Sciacca al Museo “Duca di Martina” di Napoli. La Sovrintendenza Speciale per il “Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Napoli e della Reggia di Caserta” ha accolto una richiesta formulata dall’assessorato al Turismo e ai Beni Culturali del Comune lo scorso ottobre per l’allestimento di una esposizione di opere in ceramica artistica di Sciacca nelle sale dell’importante museo napoletano.

È quanto comunicano il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore Salvatore Monte nel ringraziare il sovrintendente Fabrizio Vona per avere accolto positivamente la richiesta.

La Soprintendenza si è detta “ben lieta” di ospitare le ceramiche di Sciacca al Museo Duca Di Martina, indicando una disponibilità per la primavera del 2016, in quanto sono in corso lavori di restauri e di adeguamento impiantistico.

L’assessore Salvatore Monte rende noto che in settimana convocherà un incontro con i maestri ceramisti per illustrare l’iniziativa e mettersi al lavoro per elaborare nel dettaglio il progetto espositivo.

Il Museo Duca Di Martina ha sede nella Villa Floridiana di Napoli, sulla collina del Vomero. Dal 1931 ospita una delle maggiori collezioni italiane di arti decorative, comprendente circa settemila opere di manifattura  occidentale e orientale, databili dal XII al XIX secolo, il cui nucleo più consistente è costituito dalle ceramiche.

Portale dei servizi comunali .Via Roma, 13– SCIACCA Centralino: 0925.20111 Partita IVA 00220950844