“Orme di giovani migranti di ieri e di oggi”, ricordo di Vincenza Bellotto

camicette bianche

Le donne, i migranti di ieri e di oggi, la lotta per il diritto all’esistenza e alla dignità. Sono alcuni temi di una iniziativa organizzata dalla Fidapa di Sciacca con il patrocinio del Comune di Sciacca – Assessorato alla Cultura, che vedrà il coinvolgimento dei giovani, delle scrittrici Ester Rizzo e Pinuccia Corrias Puleo e delle autorità cittadine.

Il presidente della Fidapa Luisa Troso e l’assessore Salvatore Monte danno appuntamento a giovedì, 5 marzo 2015. L’evento culturale denominato “Orme di giovani migranti di ieri e di oggi” è diviso in due momenti. Alle ore 9 l’incontro con gli studenti nell’auditorium dell’istituto alberghiero di contrada Marchesa. Alle ore 12 la scopertura di una targa in largo Spada, nel quartiere di San Michele, nell’abitazione dove nacque Vincenza Bellotto, una delle 146 vittime dell’incendio alla fabbrica di camicette bianche “Triangle Waist Company” di New York, avvenuto il 25 marzo 1911. Vincenza Bellotto, operaia capo, trovò la morte a 15 anni assieme ad altre 38 emigrate italiane, di cui 26 siciliane.

La tragedia della Triangle Waist Company è ricostruita nel libro “Camicette bianche” di Ester Rizzo che sarà al centro dell’incontro all’alberghiero in cui saranno protagonisti gli studenti che presenteranno propri lavori e animeranno il dibattito con le loro domande. Previsti gli interventi degli assessori alla Cultura Salvatore Monte e alle Politiche Giovanili Daniela Campione, della presidente della Fidapa Luisa Troso e delle scrittrici Ester Rizzo e Pinuccia Corrias Puleo quest’ultima vincitrice nel 2014 del concorso nazionale Lingua Madre al Salone del Libro di Torino – Sezione Premio Speciale Donne Italiane – con il racconto Amèn Inshallah Shalom.

“Sarà una giornata – dicono l’assessore Salvatore Monte e il presidente della Fidapa Luisa Troso – per far conoscere alle nuove generazioni la storia di Vincenza Bellotto e riflettere sullo storico fenomeno dell’emigrazione, andando oltre l’attualità. Un appuntamento per ripensare, dunque, ai migranti di ieri e di oggi attraverso il libro di Ester Rizzo sulla tragedia alla Triangle Waist Company e attraverso il racconto di Pinuccia Corrias Puleo, Amèn Inshallah Shalom, che ci parla di uno dei tanti naufragi nel Canale di Sicilia, con oltre 300 vittime, i cui corpi, molti senza identità, sono stati sepolti nei nostri cimiteri, anche in quello di Sciacca”.

La Fidapa – annuncia la presidente Luisa Troso – lancerà giovedì un concorso regionale dedicato a Vincenza Bellotto che avrà per tema “Migrazione, emergenza umanitaria di eri e ancor più di oggi”.

Galleria “Belvedere”, il sindaco Di Paola chiede all’Anas ripristino illuminazione

 

8

Il sindaco Fabrizio Di Paola ha chiesto ieri alla direzione dell’Anas Sicilia un urgente intervento di ripristino dell’illuminazione all’interno della galleria “Belvedere, situata tra i due ingressi della città di Sciacca, lungo la strada statale 115. La richiesta è stata formulata dopo segnalazioni giunte al Comune sul malfunzionamento dell’impianto. La mancata attivazione dell’illuminazione all’interno della galleria “Belvedere”, ha evidenziato il sindaco, costituisce serio pregiudizio alla circolazione stradale.

Sport e sostegno educativo per minori disabili, costituzione elenco enti profit e non profit

atrio inferiore comune

La palestra come momento di integrazione. L’attività sportiva per minori disabili è una delle azioni previste in un progetto triennale dei Pai (Piani Assistenza Individualizzata) del Distretto Socio Sanitario n. 7 comprendente i comuni di Sciacca, Santa Margherita Belice, Menfi, Sambuca, Caltabellotta, Montevago.

Il  sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore alle Politiche Sociali Daniela Campione rendono noto che il Comune di Sciacca, quale ente capofila del Distretto, ha predisposto un avviso pubblico “per la costituzione di un elenco di enti profit e non profit abilitati allo svolgimento degli interventi previsti dal progetto Piani Integrativi per minori disabili”.

L’avviso, a firma del dirigente del 1° Settore Affari Sociali Michele Todaro, sarà consultabile sul sito internet istituzionale del Comune di Sciacca.

 

Due le tipologie di servizi previsti nel progetto.  

1)     Svolgimento di attività motoria e fisica non sanitaria per favorire lo sviluppo fisico e psicologico del minore disabile. L’attività verrà praticata presso palestre, piscine, centri e impianti sportivi o altre strutture non sanitarie situate nel territorio del distretto idonee allo svolgimento di attività motorio-ricreativa.

2)     Prestazioni di sostegno educativo consistenti nell’aiuto nella lettura e nella comprensione dei testi scolastici e nello svolgimento dei compiti e degli esercizi didattici. Le prestazioni verranno erogate al domicilio dei minori disabili.

Gli enti profit e non profit interessati a iscriversi all’elenco unico per l’erogazione dei servizi per lo svolgimento di “attività motoria e fisica non sanitaria” e il  “sostegno pedagogico, educativo domiciliare” dovranno inoltrare istanza al Comune di Sciacca entro il prossimo 18 marzo. Le prestazioni a favore dei minori disabili saranno erogate mediante i cosiddetti vaucher o Buoni di Servizio.

Il sindaco Di Paola e l’assessore Campione comunicano che i progetti partiranno entro fine marzo.

“Carta del coraggio”, confronto tra le istituzioni e gli scout

scout carta del coraggio

Impegni a tutto campo per contribuire, da protagonisti, al cambiamento della società. Sono contenuti nella cosiddetta “Carta del coraggio” che gli scout di Sciacca hanno consegnato ieri ai rappresentanti istituzionali nel corso di un incontro che si è svolto nella sala del consiglio comunale. Presenti il sindaco Fabrizio Di Paola, il presidente del Consiglio Calogero Bono, l’assessore alle Politiche Giovanili Daniela Campione e l’assessore alla Cultura Salvatore Monte.

Gli scout saccensi hanno illustrato i contenuti della “Carta del coraggio”, documento programmatico del Consiglio Nazionale dei Rover e delle Scolte redatto a San Rossore lo scorso anno. La carta rappresenta i valori in cui gli scout si riconoscono, in cui si immaginano i “diritti al futuro”, in cui si dichiarano gli impegni per l’Associazione, per il Paese e per la Chiesa in diversi ambiti: il territorio e l’ambiente, la cittadinanza, la legalità, la testimonianza, l’informazione, il lavoro, “l’essere credenti, l’essere scout”.

Dopo la presentazione della “Carta del coraggio”, è seguito un dibattito con i rappresentanti istituzionali che hanno risposto alle domande degli scout.

“E’ stato un bel momento di confronto – dice il sindaco Di Paola – con giovani che vogliono essere protagonisti del loro presente e del loro futuro, attraverso l’impegno e la disponibilità a collaborare, forti dei loro valori. Le istituzioni locali hanno accolto positivamente questa volontà di partecipazione, ascoltando attentamente richieste  e proposte”.

Portale dei servizi comunali .Via Roma, 13– SCIACCA Centralino: 0925.20111 Partita IVA 00220950844