Terme di Sciacca, l’incontro alla Regione: un piano per avviare la stagione

terme di sciacca stabilimento

Dopo l’incontro di ieri pomeriggio all’Assessorato Economia della Regione Siciliana, il sindaco Fabrizio Di Paola e il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono avranno un incontro oggi con il commissario liquidatore delle Terme Spa di Sciacca Carlo Turriciano. Discuteranno su quanto emerso ieri nella riunione con il dirigente della Ragioneria Generale Salvatore Sammartano e con la responsabile del Settore “Società Partecipate” della Regione Siciliana Grazia Terranova. Il sindaco Fabrizio Di Paola e il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono esamineranno con il liquidatore la situazione gestionale e di bilancio delle Terme, e chiederanno l’urgente predisposizione di un piano industriale per rimettere in attività gli stabilimenti.

L’incontro di ieri in assessorato regionale all’Economia è stato fissato dopo la riunione con i parlamentari agrigentini dello scorso 16 marzo nella Sala Giunta del Comune di Sciacca. Hanno fatto parte della delegazione il sindaco Fabrizio Di Paola, il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono, il consigliere comunale Filippo Bellanca, i deputati regionali Margherita La Rocca Ruvolo, Michele Cimino e Vincenzo Fontana.

“Due i temi principali di cui si è discusso – dice oggi il sindaco Fabrizio Di Paola –. Il primo è la situazione gestionale delle terme e oggi avremo un incontro, proprio su questo punto, con il liquidatore Carlo Turriciano. Il secondo, riguarda, lo sblocco degli 800 mila euro votati qualche mese fa dall’Assemblea Regionale Siciliana. Gli 800 mila euro erano inizialmente previsti solo per Sciacca, poi per un formalismo tecnico la norma è stata estesa al termalismo siciliano in generale. E abbiamo appreso che c’è una richiesta di Acireale che si è fatta avanti per ottenere parte del finanziamento. Vedremo. Per sbloccare intanto questi fondi, trasferirli alla società termale e avviare la nuova stagione, si è tracciato un percorso. Occorre che la società presenti un piano industriale e il Comune di Sciacca continui a evidenziare, come sta facendo da tempo, quanto sia vitale l’operatività delle terme e dannosa, al contrario, la chiusura di ogni attività. Gli uffici regionali valuteranno quindi il piano industriale e decideranno sull’accredito della somma”.

“In tutto ciò – conclude il sindaco Fabrizio Di Paola – è fondamentale la volontà politica del governo regionale che deve decidersi a revocare, così come richiesto, la delibera di chiusura delle Terme dell’Assemblea dei Soci. Purtroppo, debbo con amarezza constatare, la mancanza di una manifestazione del governo che sembra assente e silente oltre che in grande difficoltà. Mi auguro che ci sia una svolta di prospettiva, che le terme di Sciacca siano considerate una risorsa per l’economia dell’isola. Ringrazio, intanto, i parlamentari che ieri pomeriggio sono stati assieme alle istituzioni locali, Margherita La Rocca Ruvolo, Vincenzo Fontana e Michele Cimino, per sostenere la causa delle Terme di Sciacca che riguarda non la città, ma l’intera Sicilia”.

“Il Cammino di primavera”: solidarietà, benessere, ristoro poetico

cammino di primavera 1

Si svolgerà domenica 22 marzo 2015 il “Cammino di Primavera”, l’iniziativa di solidarietà promossa e organizzata da un gruppo di amatori del gruppo “Camminare che passione” con “Orizzonti onlus”, col patrocinio dell’assessorato alle Politiche Sociali DEL Comune di Sciacca, il sostegno e la collaborazioni di altri soggetti: il comitato “Perriera”, il Comitato “Stazzone”, il Comitato “Marina”, l’Asp, l’Avis, la Croce Rossa.

I rappresentanti di associazioni, comitati ed enti hanno illustrato programma e finalità dell’iniziativa nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina nella Sala Giunta del Comune.

Lo slogan della manifestazione è “Alimentiamo la solidarietà: con la tua spesa fai crescere il Market solidale”.

La finalità principale è la solidarietà nei confronti delle famiglie più svantaggiate. In occasione della “Camminata di primavera” sarà avviata una raccolta di beni alimentari da distribuire a famiglie in stato di disagio. L’occasione è anche ideale per sostenere il fenomeno sempre crescente dei cosiddetti dei “camminatori” che ogni settimana si danno appuntamento per escursioni a piedi in città e nel territorio.

 

Ecco il programma della Camminata di Primavera del 22 marzo:

ore 9,00 Raduno e iscrizione in piazza La Rosa (Stand Avis), distribuzione della T-Shirt della manifestazione, raccolta spesa alimentare presso l’ex chiesetta della Perriera

ore 10,00 Partenza del Cammino di Primavera

ore 10,30 Rinfresco al Borgo dello Stazzone

ore 11,00 Banchina “Rocca Regina”, pausa ristoro e lettura di poesie. Omaggio al poeta Vincenzo Licata e alla nuova stagione

ore 11,30 Percorso di ritorno

ore 12,00 Arrivo in piazza La Rosa, ristoro e saluti di fine Cammino.

cammino di primavera

Maltempo, gli interventi eseguiti e da realizzare per ripristinare danni

lavori in corso

Giornate di intenso lavoro ieri nel territorio di Sciacca per ripristinare le infrastrutture danneggiate dalle intense piogge. Diversi gli interventi eseguiti dall’Amministrazione comunale in seguito alla “bomba d’acqua” che ha colpito anche il territorio saccense. Il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore alla Protezione Civile e ai Lavori Pubblici Ignazio Bivona spiegano quello che è accaduto, fanno il resoconto delle azioni e dei mezzi messi in campo e illustrano le opere che a breve partiranno per contrastare il fenomeno del dissesto idrogeologico e per il miglioramento della viabilità urbana e rurale.

“La città – dicono il sindaco Di Paola e l’assessore Bivona – è stata colpita ieri da un fenomeno meteorologico di straordinaria intensità. In circa un’ora sono caduti 40 millimetri di acqua. L’Amministrazione comunale ha immediatamente attivato il personale della Protezione Civile comunale, la Squadra di Pronto Intervento e la Polizia Municipale, per far fronte soprattutto alla situazione di zone dove si riscontravano particolari criticità come Via Lido, il curvone della strada che conduce in contrada San Marco, il sottopassaggio di Via Ghezzi, il ponticello che conduce nella contrada carbone, contrada Fontana Calda. Parti del territorio duramente colpite da una pioggia violenta che segue un mese, febbraio, caratterizzato da forti e continue precipitazioni. Eventi eccezionali che creano inevitabilmente problemi nella gestione del territorio. La maggiore criticità si è avuta nel ponticello d’accesso alla contrada Carbone che era già stato ripristinato dopo i danni causati dalle piogge di febbraio ma che, a titolo cautelativo, non era stato ancora aperto alla viabilità. Il nostro territorio, comunque, rispetto a tante altre aree della Sicilia messe in ginocchio, ha dimostrato di reggere a questi eventi alluvionali distruttivi. Questo lo dobbiamo anche al fatto che negli ultimi anni la maggior parte degli interventi hanno riguardato la problematica del dissesto idrogeologico. L’ultima programmazione dell’Amministrazione comunale è stata proprio indirizzata al recupero di parte del territorio oggetto di frane e smottamenti. A breve, ricordiamo, partiranno i lavori per la realizzazione dei muri di sostegno nella Via Amendola e in Via Porta di Mare”.

“L’Amministrazione comunale – proseguono il sindaco Di Paola e l’assessore Bivona – sta intensificando la propria azione e premendo gli uffici per la risoluzione di altre criticità, come la Via Lido. Si sta lavorando alla predisposizione di un progetto che riesca a evitare smottamenti del terreno dalla Via Allende, che crea preoccupazione per i fabbricati situati lungo la Via Lido. Anche gli interventi di manutenzione straordinaria della viabilità urbana e rurale è oggetto di mutui per circa 700 mila euro. Le opere, che a breve saranno appaltate, sono destinate a eliminare la precarietà viaria determinata, nel corso degli anni, dalle forti piogge che ormai contraddistinguono la stagione invernale, quest’anno particolarmente violenta”.

“Cogliamo l’occasione – concludono il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore Ignazio Bivona – per ringraziare il personale della Protezione Civile, della squadra di Pronto Intervento del Comune di Sciacca, della Polizia Municipale e il dirigente del Settore Lavori Pubblici Giovanni Bono che ha coordinato gli interventi di ieri”.

Concorso in onore della santa patrona per uno speciale annullo di Poste Italiane

madonnadelsoccorso

“La storia della Madonna del Soccorso, tra tradizione e fede”. È il tema del concorso promosso dal Comune di Sciacca, Assessorato al Turismo, Storia, Tradizioni e Cultura Locale in collaborazione con Poste Italiane. Il regolamento è reperibile nel sito internet del Comune.

“Il concorso – spiega l’assessore Salvatore Monte – è dedicato alla santa patrona della città, il cui simulacro, su una vara seicentesca, viene portato in processione a spalla e a piedi scalzi dai marinai saccensi il 2 febbraio e il 15 agosto in segno di devozione e di riconoscenza per il miracolo della liberazione dalla peste nel 1626. L’iniziativa è riservata agli studenti delle scuole elementari e medie e degli istituti superiori di Sciacca nell’intento di rendere protagonisti i giovani nell’interpretazione di questo straordinario evento, molto sentito dall’intera popolazione. Gli studenti sono chiamati a produrre un bozzetto grafico che sarà utilizzato per uno speciale annullo filatelico di Poste Italiane”.

La tecnica d’esecuzione è libera. Il soggetto dovrà essere monocromatico e realizzato su cartoncino bianco di dimensioni A4. Gli elaborati vanno presentati entro le ore 12 del 15 maggio 2015 presso la segreteria dell’Assessorato al Turismo del Comune di Sciacca (l’ingresso è nell’atrio inferiore del Palazzo Municipale). Una commissione esaminatrice sceglierà l’elaborato giudicato meritevole di riproduzione per lo speciale annullo di Poste Italiane che sarà emesso l’11 agosto 2015 presso l’Ufficio Turistico del Comune di Sciacca, in occasione della festa al porto in onore della Madonna del Soccorso.

Il LINK per visionare il Regolamento

Portale dei servizi comunali .Via Roma, 13– SCIACCA Centralino: 0925.20111 Partita IVA 00220950844