Tutti gli articoli di RAIMONDO MONCADA

a�?Un tA? cona�� il principe Antonio De Curtisa�?, cerimonia di chiusura venerdA� col grande TotA?

biblioteca

Il principe Antonio De Curtis, in arte TotA?, con la sua comicitA�, la sua arte, la sua straordinaria unicitA�, sarA� il protagonista questa settimana della rassegna a�?Un tA? cona��a�? il ciclo di incontri in biblioteca promosso dalla��assessorato alla Cultura del Comune di Sciacca per conoscere la��opera, la vita, il pensiero di scrittori, poeti, filosofi, artisti di ogni tempo.

La��assessore alla Cultura Salvatore Monte dA� appuntamento al prossimo venerdA� 8 maggio 2015, alle ore 18, nella biblioteca comunale a�?Mons. Aurelio Cassara�?. A celebrare TotA?, sarA� il giornalista Massimo Da��Antoni. La figura del principe Antonio De Curtis sarA� delineata a 360 gradi. Massimo Da��Antoni parlerA� della��arte, della personalitA�, della a�?apparente strafottenza di un uomo e di un artista insuperabilea�? che continua a fare ridere. DelineerA� la complessa personalitA� e la profonditA� a tutto tondo di un artista che ha fatto ridere e ha fatto piangere, attore completo ma anche poeta e autore di canzoni intramontabili.

La partecipazione A? aperta a tutti. La��ingresso A? libero.

La��assessore Salvatore Monte invita ancora una volta i cittadini, i giovani, a partecipare numerosi venerdA� prossimo alla��ultimo appuntamento di a�?Un tA? cona��a�? per rendere omaggio a un grande artista italiano che ha lasciato un segno indelebile nella nostra storia. Appuntamento che avrA� una appendice con la cerimonia di chiusura della rassegna durante la quale sono stati invitati a intervenire tutti i conduttori degli altri incontri: Gisella Mondino, Tanino Bonifacio, Mariangela Croce, Daniela Rizzuto, Raimondo Moncada, Giuseppe Tulone.

Al termine della��incontro, come da format, sarA� offerto ai presenti un tA?.

a�?Non ci arrendiamoa�?, la��esito della missione a Palermo della delegazione istituzionale

terme di sciacca

a�?Non ci arrendiamo. Stiamo provando in tutti i modi a far riaprire le terme, per salvare la stagione e i posti di lavoro, per evitare che una chiusura prolungata porti al degrado e al vandalismo delle strutture e degli impiantia�?. A? quanto dichiara oggi il sindaco Fabrizio Di Paola dopo la missione a Palermo, con incontri in diversi uffici della Regione Siciliana, di mattino e pomeriggio della delegazione istituzionale di cui hanno fatto parte il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono, i consiglieri comunali Ignazio Catanzaro, Vittorio Di Natale, Simone Di Paola, Michelangelo Graffeo, Lorenzo Maglienti e la��assessore David Emmi. Presenti anche lavoratori delle Terme di Sciacca.

La��iniziativa, promossa congiuntamente da Amministrazione e Consiglio comunale, A? stata assunta la settimana scorsa nel corso di una conferenza dei capigruppo consiliari, dando seguito a quanto la��organo consiliare ha deliberato nella seduta straordinaria del 14 aprile. A�Ieri a Palermo, la delegazione ha avuto in mattinata un incontro alla Presidenza della Regione Siciliana col capo di gabinetto del presidente Crocetta. Nel pomeriggio, altri incontri nella sede della��assessorato regionale alla��Economia con la responsabile delle Partecipate e il liquidatore delle terme.

a�?Ea�� stata una giornata intensa e anche sfiancante. Ma non demordiamo a�� dice il sindaco Fabrizio Di Paola a��. Le istituzioni, le forze politiche locali, stanno spingendo al massimo affinchA� si arrivi a concretizzare quanto da settimane andiamo proponendo, con le uniche soluzioni possibili per riaprire al piA? presto le Terme. A? stata una giornata di confronti e di ulteriori approfondimenti tecnici e giuridici. Pare che ci sia una maggiore convinzione a portare avanti con decisione la proposta di affitto del ramo da��azienda e di portare a conclusione la��interlocuzione con la��Asp per la gestione dello stabilimento termale. In settimana si A? stabilito un incontro con il direttore generale della��Azienda Sanitaria Provinciale. Intanto il liquidatore predisporrA� le relazioni tecniche per riconvocare la��assemblea dei soci delle Terme S.p.A. da cui si dovrA� passare per ottenere il via libera alla gestione pubblica provvisoria dello stabilimento e alla gestione temporanea di un privato a�� attraverso un mini bando a�� del Grand Hotel, in attesa della��avviso per la gestione pluriennale di tutto il patrimonioa�?.

a�?A lezionea�� dal Cantastoriea�? in biblioteca, un passato che fa i conti col presente

a lezione dal cantastorie

Recuperare un mondo perduto o che si sta perdendo, con i suoi valori, sentimenti, suoni, ritmi, tradizioni, ricchezze. Dire come eravamo e come siamo adesso, nel solco della tradizione dei cuntastorie e dei cantori popolari. CosA� lo storico Salvatore Sanfilippo ha definito Paolo Ciancimino, intervenendo ieri pomeriggio al primo dei due incontri promossi dalla��assessorato alla Cultura e alle Tradizioni Locali del Comune di Sciacca alla��interno della biblioteca comunale a�?Mons. Aurelio Cassara�?. Un incontro introdotto da un giovane, uno studente liceale, Giovanni Giglio, e da un canto siciliano di altri due studenti: Alessia Montalbano e Carmelo Aliotta.

La��artista saccense Paolo Ciancimino, sollecitato anche dalle domande del pubblico, ha descritto il ruolo del cantastorie, raccontando la sua esperienza, di come e quando ha cominciato, delle sue continue ricerche, della��importanza di legarsi alla memoria degli anziani, per raccogliere, conservare e tramandare un immenso patrimonio di aneddoti, poesie, valori. Ciancimino ha cantato storie locali, come il Caso di Sciacca e la contesa tra i Luna e i Perollo, toccando temi come la��emigrazione, la guerra, la��amore, i mestieri, i giochi fanciulleschi. Sono state ricordate le figure di storici cantastorie siciliani come Ciccio Busacca.

a�?Ea�� stata a�� dice la��assessore Salvatore Monte a�� una lezione di vita oltre che di storia su una figura che ci ha sempre affascinato. Abbiamo conosciuto la��artista Ciancimino, con la sua passione, la sua voce, il suo repertorio, il legame affettivo alla sua cittA�. E si A? cercato di creare un ponte tra passato e presente, tra generazioni distanti nel tempo, con la��appassionata e competente conduzione di un giovane liceale, Giovanni Giglio. La��incontro di ieri A? stato impreziosito poi dagli interventi dello storico Salvatore Sanfilippo che di Ciancimino e della��arte del cuntastorie si A? occupato per una rivista della��UniversitA� di Palermo. Appuntamento al secondo incontro, lunedA� prossimo, 11 maggio 2015, sempre alle ore 16a�?.

a�?A lezionea�� dal Cantastoriea�?, primo incontro in biblioteca con Paolo Ciancimino e Giovanni Giglio

a lezione dal cantastorie - nuovi incontri in biblioteca

Primo dei due incontri oggi A�dedicati alla figura del Cantastorie. La��assessore alla Cultura, Storia e Tradizioni Locali Salvatore Monte dA� appuntamento alle ore 16, nella biblioteca comunale a�?Mons Aurelio Cassara�?. Gli incontri sono stati affidati alla��artista Paolo Ciancimino e allo studente Giovanni Giglio. Il primo incontro A? previsto oggi, il secondo lunedA� 11 maggio 2015.

a�?A? A�una iniziativa a�� ricorda la��assessore Salvatore Monte a�� rivolta principalmente ai giovani, agli studenti. A? un viaggio nel tempo per riscoprire la��antica tradizione e arte del cantastorie. Paolo Ciancimino avrA� il compito di affascinare il pubblico con storie, aneddoti e tipici cunti siciliani. Giovanni Giglio, giovane studente, farA� da a�?mediatorea�� tra la sua generazione e quella di Cianciminoa�?.