“Sciacca città che legge” partecipa al bando del Cepell

 

Si intitola “Sciacca story” ed è il progetto con cui il Comune di Sciacca partecipa al bando “Città che legge 2020” che seleziona in tutt’Italia 27 progetti da sostenere e finanziare per la “Realizzazione di attività integrate per la promozione del libro e della lettura”.

È quanto rendono noto il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla Cultura Gisella Mondino.

Il bando è stato emesso dal Cepell, il Centro per la lettura e il libro del Ministero per i beni e le attività culturali e destinato alle città che, come Sciacca, hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per l’attività culturale di promozione della lettura portata avanti dalla Biblioteca comunale “Aurelio Cassar”, dalle scuole, dalle associazioni, dalle librerie ecc.

“Sciacca story”, ideato dalla Biblioteca “Cassar”, nasce da un bisogno espresso dalle realtà territoriali aderenti al “Patto locale per la Lettura della Città di Sciacca”: creare, trovare, condividere, leggere storie soprattutto a destinatari speciali: i pazienti del reparto di Pediatria dell’Ospedale, i bambini delle comunità d’accoglienza, gli anziani delle case di riposo, le famiglie disagiate, gli ospiti della casa circondariale, le scuole. L’idea è quella di formare un gruppo di creatori e lettori di storie capaci di coinvolgere i vari pubblici, di grandi e di piccoli, non solo con momenti di lettura ma anche con la replicazione delle attività formative cui sono stati destinati.

L’ammontare complessivo del finanziamento per i 27 progetti è di 800 mila euro. 150 mila euro sono destinati a 5 progetti di comuni tra 15 mila e 50 mila abitanti che saranno selezionati dalla commissione di valutazione sulla base di diversi criteri.

Donazione alimentare al Comune di Sciacca dell’Azienda Sperimentale Campo Carboj

L’azienda agricola Campo Carboj ha donato al Comune di Sciacca un carico di carciofi che sarà destinato alle famiglie bisognose. È quanto rende noto l’assessore alle Politiche Sociali Gisella Mondino che ha accolto a Sciacca i responsabili dell’azienda che ha ringraziato per avere risposto positivamente e celermente alla richiesta dell’Amministrazione comunale per l’inizio di una nuova collaborazione e per la disponibilità di prodotti alimentari.

E così sono arrivate ieri diciannove cassette di carciofi biologici prodotti presso l’Azienda Sperimentale Campo Carboj di Castelvetrano (è una struttura dell’Esa, Ente Sviluppo Agricolo, utilizzata per l’attività di coltivazione e di ricerca applicata in collaborazione con l’Università di Palermo e di altri enti).

I carciofi, comunica l’assessore Gisella Mondino, saranno distribuiti alle parrocchie della città attraverso i volontari dell’associazione Vigili del Fuoco in congedo nella cui sede sono state consegnate le diciannove cassette.

“Un gesto che la città ha molto apprezzato” dice l’assessore Gisella Mondino ringraziando il presidente dell’Esa Giuseppe Catania e il responsabile del Campo Carboj Nino Sutera.

Sospensione delle attività scolastiche e didattiche di presenza

Il sindaco Francesca Valenti, con propria ordinanza, ha disposto la sospensione delle attività scolastiche e didattiche in presenza negli edifici scolastici comunali per la giornata di domani, 31 marzo, dalle ore 8,00 alle ore 11,00, ultima giornata prima delle vacanze pasquali.

Il provvedimento consentirà ai tecnici del Comune di effettuare dei sopralluoghi negli edifici di proprietà dell’Ente a conclusione dei lavori di adeguamento alle prescrizioni anticontagio Covid degli spazi e delle aule scolastiche a seguito del finanziamento ministeriale. L’ordinanza cita anche, nelle sue motivazioni, le criticità legate all’emergenza epidemiologica.

Rifiuti, dal primo aprile  il servizio “porta a porta” in tante parti del territorio

Parte giovedì prossimo, primo aprile, il piano di ampliamento del servizio “porta a porta” della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. È quanto confermano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Ecologia Michele Bacchi.

L’istituzione della zona rossa ha interrotto la consegna dei mastelli, dopo l’inizio delle operazioni avvenuto a metà marzo. Le condizioni epidemiologiche hanno costretto al blocco momentaneo.

Il nuovo servizio di raccolta “porta a porta” sarà attivato, ugualmente, come da programma nelle contrade San Calogero alta, Poio/Tabasi, Bordea, Santa Maria, Raganella, Monte Rotondo, Lumia, Timpi Russi, San Giorgio, Makauda.

Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Ecologia Michele Bacchi invitano la popolazione alla massima collaborazione. I residenti delle contrade che ancora non hanno avuto consegnati i mastelli dovranno rispettare l’ecocalendario per il conferimento dei rifiuti (multi materiale, umido e indifferenziato) utilizzando provvisoriamente, in questa prima fase, propri contenitori con i sacchetti richiesti, in attesa di ricevere i mastelli dalle ditte Bono-Sea che gestiscono il servizio.

L’operazione di consegna riprenderà dopo le festività pasquali.