La lettera di Sara

Lo scorso mese di dicembre è stata collocata una speciale cassetta della posta nell’atrio superiore del Comune di Sciacca, davanti al presepe artistico. È stata lasciata lì fino a metà gennaio per ricevere lettere di soli bambini per un pensiero, un messaggio, un augurio, una speranza. E qualche lettera è stata imbucata.

C’è chi dice di avere ascoltato la mamma, di essere stata bravissima e di avere meritato un giocattolo, indicandolo pure. C’è chi chiede un regalo a piacere, secondo i gusti di Babbo Natale. Le lettere sono firmate e hanno un indirizzo. L’assessore Gisella Mondino rassicura i bambini che le loro lettere sono state recapitate e che riceveranno a casa una sorpresa. C’è però una lettera di una certa Sara in cui non c’è alcun indirizzo, solo la dichiarazione di essere “stata buona” e di avere meritato tanti regali che le piacerebbe ricevere e di cui fa la lista. L’assessore Mondino invita i genitori di Sara a mettersi in contatto telefonico con il Comune di Sciacca o a inviare una email a assculturacomunedisciacca@gmail.com

Premio “Town Ambassador” a Kenny Palazzolo, presidente della Madonna del Soccorso Society di Boston

Per avere contribuito in America a mantenere vivi il legame con Sciacca, la fede nella Madonna del Soccorso e le migliori tradizioni della terra d’origine dei propri avi. È in sintesi la motivazione dell’assegnazione del premio “Town Ambassador” 2021 a Kenny Palazzolo, un riconoscimento nato nel 2018 su iniziativa del portale Discoverpaces.travel e a cui quest’anno ha aderito il Comune di Sciacca.

È quanto rendono noto il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla Cultura Gisella Mondino, complimentandosi per il premio:

“Kenny Palazzolo è un figlio di Sciacca, un’eccellenza di questa città di cui custodisce e coltiva, in un’altra parte del mondo, l’amore dei padri, dei nonni emigrati in America con tutto il loro intimo ed eterno legame alle tradizioni, ai sapori, alla laboriosità, al calore, all’umanità, della terra d’origine”.

Kenny Palazzolo – si legge in un profilo biografico – è un uomo dalle mille risorse col cuore diviso fra le sue due città: Boston e Sciacca. È l’attuale presidente della Madonna del Soccorso Society di Boston. L’associazione raccoglie oltre ottanta membri con un’età che varia dai diciotto agli ottant’anni. Per farne parte bisogna dimostrare di essere discendenti di Sciacca o di aver sposato un saccense o una saccense.  Kenny è la quarta generazione di emigrati italiani in America. La prima è arrivata a Boston agli inizi del secolo scorso, portandosi dietro il sapere di pescatore e le emozioni della festa più grande e più sentita del paese.

Kenny Palazzolo, appassionato di cucina, da qualche anno ha anche avviato un’intensa promozione della cucina italiana e siciliana partecipando a show televisivi come Masterchef 10 USA e Gordon Ramsay’s The FWord season 1.

“Con il suo sorriso e il suo ottimismo – dice Claudia Bettiol, di Discoverplaces.travel – Kenny Palazzolo esprime la parte migliore dell’Italia e dell’America”.

Emergenza Covid, screening delle scuole superiori e media (seconda e terza)  

Nuovo screening della popolazione scolastica saccense a mezzo tamponi antigeni rapidi, sempre su base volontaria. Il monitoraggio, a cura dell’Asp, è stato programmato per sabato e domenica, 30 e 31 gennaio, presso il parcheggio dell’ospedale Giovanni Paolo II, dalle ore 8,30 alle ore 13,30.

È quanto rende noto l’assessore all’Istruzione Gisella Mondino dopo avere ricevuto comunicazione dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento.

Lo screening, in vista della ripresa delle attività di presenza, interesserà gli alunni, i docenti e il personale ATA delle scuole superiori e delle classi di seconda e terza media. Il monitoraggio interesserà anche i pendolari che frequentano gli istituti di Sciacca.

Il giorno della memoria, libri donati ai bambini della città

Quattro libri sulla Shoah, che con un linguaggio semplice e delicato parlano ai bambini dell’eccidio degli ebrei, della persecuzione che hanno patito, degli eroi che mettendo a repentaglio la propria vita si sono opposti alla cieca violenza. Sono stati donati questa mattina alla biblioteca della scuola elementare Sant’Agostino dal sindaco Francesca Valenti e dall’assessore all’Istruzione Gisella Mondino: “Perché la memoria è un valore e non possiamo dimenticare quello che è accaduto ai nostri genitori, ai nostri nonni, alle generazioni che hanno costruito il mondo in cui viviamo oggi, in pace, democraticamente. La cultura è un efficace vaccino e i bambini sono i testimoni del domani del giusto, contro qualunque forma di odio, affinché mai più si verifichino genocidi, affinché l’uomo non dia più prova di indifferenza. Il libro è il simbolo della memoria che unisce gli adulti ai bambini”.

Una scuola scelta simbolicamente, hanno spiegato, in un inizio di un percorso per promuovere tra le nuove generazioni la cultura della conoscenza e della partecipazione attiva contro ogni gratuito sopruso. Un’iniziativa che in altri anniversari importanti vedrà altre scuole raggiunte: “I libri di oggi è come se fossero stati consegnati a tutti i bambini della città”.

Le autorità cittadine hanno fatto visita alle quinte classi elementari della Sant’Agostino parlando del valore del Giorno della Memoria e lasciando un linro per classe: Gino Bartoli, un campione tra i giusti di Guido Sgardoli, Quando Hitler rubò il coniglio rosa di Judith Kerr, Anne Frank, la voce della memoria di Elisa Puricelli Guerra, Fino a quando la mia stella brillerà di Liliana Segre.

Le autorità cittadine hanno infine consegnato un elenco dei nuovi libri per bambini di cui si è fornita la biblioteca comunale “Aurelio Cassar” con l’invito a chiederne il prestito e ad appassionarsi alla lettura.

Nel video, le dichiarazioni del sindaco Francesca Valenti, dell’assessore Gisella Mondino e del dirigente scolastico Maria Rosaria Provenzano.