Sportello ascolto per alunni, docenti e genitori delle scuole del Distretto D7 anche a sostegno dell’emergenza CoVid 19

Uno spazio di sostegno, di aiuto psicologico per studenti, genitori e anche docenti. È lo “Sportello ascolto” attivato dal Distretto Socio-Sanitario D7. Con la presenza di quattro psicologhe, sarà aperto a chi ne farà richiesta: ai ragazzi per garantire uno spazio di ascolto protetto e di confronto nel quale esprimere bisogni o difficoltà, ai genitori per affrontare i disagi dei propri figli. I colloqui potranno essere svolti in presenza, nel rispetto delle normative anti-Covid o, in base alle necessità, in modalità online.

A gestire lo sportello ascolto, con una propria equipe di psicologhe, sarà l’Istituto Walden di Menfi che si è aggiudicato il servizio a seguito di bando pubblico.

Il progetto, di “Sostegno alla genitorialità e di prevenzione del disagio giovanile”, vede coinvolte diverse istituzioni: i comuni di Sciacca (capofila), Caltabellotta, Santa Margherita di Belice, Montevago, Menfi e Sambuca di Sicilia; l’Asp di Agrigento con il Servizio di Neuropsichiatria Infantile e dell’adolescenza, l’Ufficio di educazione e promozione alla salute, i consultori familiari; gli istituti scolastici del territorio.

Questa mattina si è svolta una riunione, convocata dall’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Sciacca Gisella Mondino e dal dirigente del 2° Settore Servizi Sociali Filippo Carlino, alla quale sono stati invitati tutti i soggetti coinvolti e interessati per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa. Il documento è finalizzato alla condivisione degli scopi del progetto e alla collaborazione per la realizzazione delle attività il cui avvio è previsto per la prossima settimana.

Sono stati invitati i rappresentanti degli istituti comprensivi Dante Alighieri e Mariano Rossi di Sciacca, Santi Bivona di Menfi, Edmondo De Amicis di Caltabellotta, Fra Felice di Sambuca, Tomasi di Lampedusa di Santa Margherita e Montevago; la secondaria Agostino Inveges di Sciacca; gli istituti superiori Amato Vetrano, Don Michele Arena, Tommaso Fazello e Enrico Fermi di Sciacca.