Parcheggi strisce blu, individuazione operatori per vendita “Gratta e sosta”

Prevista a inizio del prossimo mese di novembre la nuova modalità di sosta nei parcheggi con le strisce blu in cinque aree della città. È stato diramato un avviso pubblico, che dà seguito alla delibera di Giunta n. 118, per l’individuazione di rivenditori di biglietti cartacei “gratta e sosta” per soste di parcheggio temporanee e a pagamento.

Ne danno notizia il sindaco Francesca Valenti e l’assessore ai Parcheggi Roberto Lo Cicero.

Il dirigente del 2° Settore Filippo Carlino ha predisposto un avviso pubblico per  “l’individuazione  di  operatori  economici  esercenti attività commerciali con sede nel territorio comunale, interessati alla gestione delle operazioni di acquisto e rivendita all’utenza dei biglietti cartacei (gratta e sosta)  per le soste temporanee e a pagamento”. Le domande degli interessati, sul modulo allegato all’avviso, debbono pervenire al Comune di Sciacca entro le ore 13 del 26 ottobre 2020. Possono partecipare “tutti gli imprenditori esercenti attività commerciale con vendita al pubblico (Bar, tabaccai, giornalai, negozi etc.) e che risultino in possesso dei requisiti di legge per poter sottoscrivere contratti con la pubblica amministrazione”.

Le soste di parcheggio a tempo e a pagamento senza custodia con decorrenza prevista il 2 novembre 2020, – secondo il piano predisposto dal Comando della Polizia Municipale – avranno il seguente orario: dalle ore 8:00 alle ore 14:00 e dalle ore 16:00 alle ore 21:00.

Le aree di parcheggio “Gratta e sosta” sono nelle seguenti aree: Via Incisa (lato sinistro secondo il senso di marcia), Piazza Mariano Rossi, Viale della Vittoria (lato destro secondo il senso di marcia), Piazza Saverio Friscia, Via Giuseppe Licata (tratto “Chiazza”), Piazza Don Luigi Sturzo (Porta Palermo).

 

Tutta la modulistica è disponibile nella sezione

LINK AVVISI – BANDI E CONCORSI

Lavoratori stagionali, una questione di sopravvivenza

Una categoria di lavoratori finora esclusa dai vari sostegni economici nazionali e regionali. Solo in Sicilia sono in 43 mila, a Sciacca un migliaio, prevalentemente occupati nel settore ittico e turistico per almeno sette mesi all’anno. Il 2020, con l’epidemia, il più fortunato ha lavorato solo un mese e mezzo.

La questione è stata al centro di un incontro che si è svolto oggi nella Sala Giunta del Palazzo Municipale di Sciacca tra il sindaco Francesca Valenti e il vice presidente dell’Associazione Lavoratori Stagionali Michele Belfiore. Presenti tutti gli assessori della Giunta comunale, Gisella Mondino, Sino Caracappa, Michele Bacchi, Roberto Lo Cicero, Antonino Venezia, Fabio Leonte, che hanno espresso vicinanza e sostegno e l’auspicio che i governi, nazionale e regionale, pongano la giusta attenzione a una questione importante inserendoli al più presto nei provvedimenti di sostegno economico alle categorie più colpite dall’emergenza Covid.

Il sindaco Francesca Valenti ha consegnato al vice presidente dell’associazione Lavoratori Stagionali Michele Belfiore 500 buoni spesa da distribuire alle famiglie dei lavoratori più bisognose: “Un gesto simbolico – ha detto il sindaco –, un piccolo aiuto a cui dovrà seguire un aiuto più consistente di chi ha la competenza a intervenire e al più presto: lo Stato e la Regione”. Il sindaco ha parlato di “battaglia di sopravvivenza” da portare avanti.

“E’ un problema sociale grande – ha detto Michele Belfiore –. C’è gente che non può mangiare e finora ho registrato solo silenzio e provvedimenti che non ci prendono in considerazione”.