Esenzione Cosap per supportare i commercianti

Esenzione per gli esercizi commerciali della Cosap, il canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche. È quanto prevede una direttiva a firma del sindaco Francesca Valenti e dell’assessore al Commercio Fabio Leonte indirizzata ai dirigenti dei Settori Finanziario e Urbanistica del Comune di Sciacca.

L’obiettivo è quello di “agevolare e supportare la ripartenza degli esercizi commerciali rimasti chiusi durante il periodo della quarantena per l’emergenza Covid”.

La direttiva fa seguito alla riunione che si è tenuta oggi tra il sindaco Francesca Valenti, l’assessore al Commercio Fabio Leonte e l’assessore al Turismo Sino Caracappa con i dirigenti e i funzionari degli Uffici Commercio, Tributi e Polizia Municipale.

Oltre all’esenzione della Cosap, l’Amministrazione comunale ha chiesto agli uffici di affidare le aree esterne agli esercizi commerciali nelle modalità semplificate così come prevede il Decreto Rilancio pubblicato ieri.

 

Per quanto riguarda il mercato rionale di San Michele, sono emerse delle difficoltà legate alle linee guida degli ultimi provvedimenti nazionali e regionali con riferimento alla recinzione dell’area, al contingentamento e alla sorveglianza. Si stanno valutando diverse soluzioni che saranno oggetto di un confronto con gli operatori commerciali per arrivare a una scelta condivisa. Sabato prossimo 23 maggio, intanto, è confermato lo svolgimento del mercato rionale ma solo per il settore alimentare.

Ripartenza, sostegno a tutte le attività

Sostenere in questa fase di ripartenza le attività commerciali e produttive coinvolgendole tutte, con un’adeguata rotazione, anche nelle piccole forniture.  È quanto ha chiesto il sindaco Francesca Valenti in una nota indirizzata al dirigente del I Settore del Comune di Sciacca.

Ecco il contenuto della direttiva:

“Considerato che il periodo di quarantena dovuto al Covid-19 ha comportato un danno economico a tutte le attività del territorio e considerato che l’Amministrazione comunale sta ponendo in essere tutte le iniziative utili a supportare tutti gli esercizi commerciali, al fine di una ripresa economica generalizzata, anche per le forniture per piccole spese di rappresentanza si provveda a una adeguata rotazione tra le ditte interessate”.