Emergenza Covid-19, obblighi per chi è rientrato in Sicilia dal 14 marzo

L’obbligo dell’isolamento fiduciario e l’esame del tampone per chi è rientrato a partire dal 14 marzo. È l’oggetto di un nuovo avviso diramato dal sindaco di Sciacca Francesca Valenti che fa riferimento all’articolo 1 dell’ordinanza 7 del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che dispone “Misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Il sindaco Francesca Valenti avvisa, in particolare, “che i soggetti rientrati in Sicilia dal 14 marzo 2020, con obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, a ridosso della conclusione del termine di quarantena dovranno essere sottoposti a tampone rinofaringeo e, quindi, non potranno abbandonare l’isolamento fiduciario se non dopo l’esito definitivo del tampone comunicato dall’ASP”.

LINK AVVISO 26 MARZO 2020