Emergenza Covid-19, un decalogo in italiano e arabo  

Il Comune di Sciacca e l’associazione Paideia hanno predisposto un decalogo in doppia lingua, in italiano e arabo, contenente istruzioni igieniche per il contrasto e il contenimento della diffusione del coronavirus Covid-19. Ne dà comunicazione l’assessore alle Politiche Sociali Gisella Mondino.

È un decalogo a beneficio di tutti i cittadini stranieri provenienti da vari paesi in cui si parla l’arabo e che si trovano nel nostro territorio. A loro viene chiesto anche di attenersi a tutte le disposizioni contenute nei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, delle ordinanze del Presidente della Regione e del Sindaco e a collaborare con le autorità.

“Storie sospese C19: Sciacca si racconta”, concorso letterario per bambini e ragazzi

Il Comune di Sciacca ha lanciato anche un concorso letterario per racconti brevi, tra le iniziative promosse in questo periodo e che hanno, finora, riguardato, interventi di solidarietà e di protezione civile. Ne danno notizia il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla Pubblica Istruzione Gisella Mondino.

Si intitola “Storie sospese C19: Sciacca si racconta” ed è organizzato con la collaborazione della Biblioteca comunale “Aurelio Cassar” e della Biblioteca Junior. Si è pensato a un’iniziativa che possa, in parte, colmare le lunghe giornate passate in casa e allo stesso tempo raccogliere anche le testimonianze di come viene vissuto questo delicato periodo, nella nostra città.

Si offre ai più giovani la possibilità di raccontare quello che gli succede, cosa li spaventa, cosa li preoccupa e come stanno vivendo questo periodo così strano, esercitandosi nella scrittura di un breve racconto da pubblicare e condividere con tutti grazie ai social (i racconti verranno resi pubblici nella pagina Facebook Biblioteca Junior Sciacca).

 

Tre sono le SEZIONI di racconti brevi:

 “Cos’è che mi fa paura?”, rivolto ai bambini dai 5 ai 10 anni

“Emozioni e pensieri”, rivolto ai ragazzi dagli 11 ai 13 anni

“Cara Storia ti scrivo”, rivolto ai ragazzi dai 14 ai 19 anni.

Si è anche pensato a tutti gli scrittori con bisogni educativi speciali: a loro si dà la possibilità di registrare una nota vocale del racconto, utilizzare strumenti compensativi o una comunicazione facilitata.

Come partecipare?

Per la sezione “Cos’è che mi fa paura?” (bambini dai 5 ai 10 anni) si deve scrivere il racconto a mano, dare un titolo, firmarlo, fare una foto con lo smartphone e inviarlo tramite WhatsApp al numero 328 831 4395 (si ricorda che puoi utilizzare una modalità comunicativa facilitata)

Per le sezioni “Emozioni e pensieri” (ragazzi dai 10 ai 13 anni) e “Cara Storia ti scrivo” (ragazzi dai 14 ai 19 anni): dopo aver scritto il racconto su un documento Word, con il titolo e la firma dell’autore, il testo va inviato alla mail sciaccasiracconta@gmail.com

LINK REGOLAMENTO PDF 

(Si ringrazia Marialuisa Montalbano per le illustrazioni grafiche).

Emergenza Covid-19, prescrizioni per filiera agroalimentare  

L’Amministrazione comunale invita le attività della filiera agroalimentare, del settore ittico-conserviero e della pesca a osservare le prescrizioni dei provvedimenti di contrasto e contenimento della diffusione del coronavirus Covid-19.

Si chiede, in particolare, di:

  • Provvedere alla disinfezione e sanificazione degli ambienti di lavoro;
  • Attivare dei protocolli di sicurezza anti contagio mediante adozione di dispositivi individuali (mascherine e guanti, igienizzante per le mani, ecc.)
  • Assicurare il rispetto della distanza interpersonale dei lavoratori dipendenti nella fruizione degli spazi comuni di lavoro;
  • Assicurare che il trasporto dei propri dipendenti venga effettuato con mezzi tali da assicurare la distanza interpersonale tra i soggetti, previa sanificazione del mezzo di trasporto utilizzato per ogni viaggio effettuato.

 

Si avverte che la violazione di una delle suddette prescrizioni comporta l’immediata chiusura dell’attività e la revoca dell’autorizzazione amministrativa.