Sciacca-Atene, un gemellaggio di amicizia e cultura attraverso il teatro   

Un gemellaggio tra una scuola di Sciacca e una di Atene per conoscersi, approfondire le proprie culture, studiare assieme e mettere in scena un testo teatrale in siciliano, italiano, greco antico e moderno nel festival del teatro classico dei giovani indetto dalla Fondazione dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa. Le due scuole sono il Liceo Scientifico “Enrico Fermi” e la Scuola Italiana di Atene. Questa mattina a dare il benvenuto in città alla delegazione greca, composta da studenti, dirigente e insegnanti, è stato il vicesindaco e assessore alla Pubblica Istruzione Gisella Mondino che, nell’apprezzare l’interscambio di amicizia e di cultura e nell’illustrare le caratteristiche del nostro territorio, ha donato agli ospiti ceramica di Sciacca e utile materiale informativo.

L’incontro si è svolto al Palazzo Municipale, nell’aula consiliare “Falcone e Borsellino”. Presenti per la delegazione saccense, il dirigente del Liceo Scientifico “Fermi” Giuseppa Diliberto e gli insegnanti referenti dell’iniziativa Alida Alessi e Mario La Bella assieme agli studenti della III B impegnati nelle attività del progetto “Teatro filosofico, ‘iniziamo’ dalla natura: Demetra e Persefone da Enna a Eleusi”.

Per la delegazione greca, presenti il dirigente della Scuola Italiana di Atene Emilio Luzi, gli insegnanti referenti del progetto Anna Terminello, Alexandros Kostas Tousias, Francesco Yaghis e gli studenti della terza media e del primo e secondo liceo dell’istituto comprensivo di Atene che staranno a Sciacca fino a sabato prossimo. Oggi, per l’intera giornata, in programma un laboratorio intensivo congiunto sul testo che vedrà recitare assieme, a fine maggio, nel teatro greco di Palazzolo Acreide, gli studenti di Sciacca e di Atene, in uno spettacolo multilingue di teatro, musica e danza: l’Inno a Demetra di Omero. Ma nell’agenda degli ospiti, accolti da famiglie saccensi, oltre allo studio e alla drammatizzazione del testo, c’è altro: ci sono delle visite per i monumenti di Sciacca e Agrigento e ci sarà il Carnevale di Sciacca.

Reati intenzionali violenti, si rideterminano indennizzi e termini presentazione istanze

Sono stati rideterminati gli importi dell’indennizzo e i termini di presentazione delle istanze di accesso al Fondo di rotazione in favore delle vittime dei reati intenzionali violenti. È quanto rendono noto il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alle Politiche Sociali Gisella Mondino dopo avere ricevuto comunicazione dalla Prefettura di Agrigento che invita i Comuni della provincia a darne ampia diffusione.

Il modello di domanda di accesso al Fondo così come informazioni più dettagliate sono presenti sul sito del Ministero dell’Interno (www.interno.gov.it), nella pagina web istituzionale del Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati intenzionali violenti.

Secondo la legge 122 del 7 luglio 2016, hanno diritto di accedere al Fondo coloro i quali siano stati vittime di un reato intenzionale con violenza alla persona, o in caso di decesso della vittima loro familiari.