Carnevale di Sciacca, ecco l’edizione 2020 con grandi novità

La trascinante allegria e i colori del Carnevale di Sciacca dal 20 al 25 febbraio. Uno spettacolo lungo sei giorni, ricco di appuntamenti imperdibili e con ospiti di livello nazionale. L’edizione 2020, con le sue tante novità, è stata presentata ieri pomeriggio all’interno del Museo del Carnevale dall’assessore allo Spettacolo Sino Caracappa, dal dirigente del I settore del Comune di Sciacca Michele Todaro  e da Giuseppe Corona della Futuris srls, la società che ha avuto affidati l’organizzazione, la promozione e la comunicazione. L’incontro con la stampa è stato moderato dai giornalisti Mauro Piro e Rosy Abruzzo.

Le attrazioni saranno come sempre le sfilate dei carri allegorici, dei gruppi mascherati, gli spettacoli sul grande palco di Piazza Angelo Scandaliato, che vedranno la presenza del rapper Shade e della cantante Ana Mena. Testimonial del “carnevale più antico di Sicilia e più allegro d’Italia” sarà Sara Croce, la showgirl, volto di spicco della trasmissione di Canale 5 “Avanti un altro”, condotta da Paolo Bonolis.

Quest’anno saranno 8 i carri allegorici in concorso: 5 carri e 2 minicarri, accompagnati e preceduti dalla maschera simbolo Peppe ‘Nnappa, sfileranno per le vie del centro storico dal venerdì al martedì.

Ad arricchire la manifestazione saranno quest’anno spettacoli di respiro nazionale, ben integrati nello show di Piazza Scandaliato. Domenica 23 Febbraio regina del Carnevale di Sciacca sarà Sara Croce. La showgirl avrà il compito di presentare la serata clou della kermesse e di impreziosirla. Due live di altissimo livello completeranno il programma della manifestazione: sabato 22 si esibirà il rapper Shade, in vetta a tutte le classifiche con il singolo Allora Ciao, mentre lunedì 24 spazio ad Ana Mena, cantante spagnola regina della scorsa estate con il singolo Una Volta Ancora (ft. Fred de Palma) ed ospite speciale dell’ultima edizione del festival di Sanremo.

LINK IL PROGRAMMA 

Sciacca – cultura del ‘900, presentazione del nuovo libro dello storico Francesco Cassar

Sciacca. Cultura del ‘900 è il titolo del nuovo libro dello scrittore Francesco Cassar, apprezzato storico, autore di opere che hanno ripercorso e a volte riscritto la storia di Sciacca e quella di personaggi di grande rilevanza.

Sciacca. Cultura del ‘900 sarà presentato sabato 8 febbraio 2020, con inizio alle ore 18,  nella sala convegni di Palazzo Lazzarini (ex Istituto Sant’Anna). Tra i relatori, il professore Franco Lo Bue, il dottore Franco Giordano, l’arciprete don Giuseppe Marciante e il giornalista Calogero Parlapiano.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Sciacca.

Il libro di Francesco Cassar, edito dalla Melqart Communication, racconta la storia del XX secolo di Sciacca attraverso le monografie di 141 protagonisti: politici, sacerdoti, giornalisti, scrittori, artisti, scultori, personalità che hanno lasciato un segno tangibile del loro passaggio nella crescita e nell’evoluzione culturale della città.

Un libro  a cui l’autore ha lavorato incessantemente per oltre dieci anni, alla ricerca di dati, di materiale storiografico e fotografico, coprendo un arco temporale che va dagli ultimi anni del 1800 fino a sfiorare gli anni 2000.

Lager-Trasmissioni, mostra d’arte di Gulino e Tiberti alla Badia Grande

Secondo appuntamento della rassegna Lager, promossa dal Comune di Sciacca, tramite la biblioteca “Aurelio Cassar”, con l’associazione culturale Nova. Dopo l’incontro Olocausto, di madre in figlia dello scorso 27 gennaio dedicato alle vittime della Shoah, si prosegue con una mostra degli artisti Franco Accursio Gulino e Flavio Tiberti, con pitture, fotografie, istallazioni e poesie.

L’esposizione, dal titolo Lager-Trasmissioni, sarà inaugurata sabato 8 febbraio 2020, alle ore 19, presso il complesso Monumentale Badia Grande, nei locali che ospitano la nuova sede della Polizia Municipale.

In apertura della mostra sono previsti gli interventi del sindaco Francesca Valenti, del soprintendente dei Beni Culturali Michele Benfari, del comandante della Polizia Municipale Francesco Calia, del presidente del Circolo di Cultura Tony Russo, del referente di Tinkit-Magazine.com Giuseppe Patti e del critico d’arte e curatore della mostra Anthony Francesco Bentivegna che così spiega la scelta delle opere di Franco Accursio Gulino e Flavio Tiberti: “Hanno un coincidente intento di comunicare un messaggio sottopelle, intrinseco, sottile e non di facile immediatezza. Un messaggio che per essere decodificato necessita di ulteriori trasmissioni, confronti e ragionamenti. Un messaggio che non si ferma al mero ricordo di un tragico evento, ma come una catena di Sant’Antonio, porta avanti una rete di connessioni, un filo conduttore che passa da uomo a uomo: sentirsi parte di un unico organismo formato da singole parti che comportano il benessere e l’equilibrio complessivo dell’intero sistema”.

Durante l’inaugurazione ci sarà la lettura di Sereno di Franco Accursio Gulino a cura di Raimondo Moncada.

La rassegna è sostenuta dall’Associazione Culturale “Amici del Museo del Mare Sebastiano e Vincenzo Tusa”, Unitre, Circolo di Cultura, Skenè Academy e dal Comando di Polizia Municipale “Giovanni Fazio”.

Letture in biblioteca per bambini con le animatrici di Flashbook

 

Favole, storie per l’infanzia. Ritornano gli appuntamenti dedicati ai bambini all’interno degli spazi della biblioteca comunale di Sciacca a Palazzo Lazzarini, con le attività del progetto “Leggimi piano, leggimi forte” e le letture ad alta voce.

L’iniziativa – rendono noto il sindaco Francesca Valenti e l’assessore Gisella Mondino – è rivolta ai bambini dai 3 ai 6 anni ed è promossa dall’assessorato alla Cultura, in collaborazione con la biblioteca comunale “Aurelio Cassar”, il gruppo di animatrici di Flashbook e Nati per Leggere (qualche giorno fa la Giunta comunale ha deliberato l’adesione al programma nazionale di promozione della lettura “Nati per leggere” rivolto alle famiglie con bambini in età scolare).

Tre gli appuntamenti di “Leggimi piano, leggi forte” programmati in questa fase e condotti dalle animatrici di Flashbook. Si inizia domani, venerdì 7 febbraio 2020, dalle 17,30 alle 18,30, a Palazzo Lazzarini (ex istituto Sant’Anna). Il secondo appuntamento sarà il 6 marzo, il terzo il 3 aprile, sempre allo stesso orario e negli stessi spazi.

L’ingresso è libero e gratuito.