Il sindaco Valenti nomina assessore Michele Bacchi, tecnico esperto in progettazione, finanze e bilanci

Il sindaco Francesca Valenti ha nominato un nuovo assessore che da oggi fa parte della Giunta comunale. È Michele Bacchi, 51 anni, commercialista di professione, un tecnico saccense esperto – oltre all’attività propria del commercialista – in particolare di progettazione di Fondo Sociale Europeo, di finanza agevolata e contenzioso tributario.

Il sindaco gli ha affidato, tra le altre deleghe, il Bilancio, le Partecipate e le Attività Produttive.  

Asilo minori stranieri non accompagnati, Giunta approva prosecuzione progetto  

 

La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Francesca Valenti, ha approvato la prosecuzione del progetto “Siproimi” per i servizi d’asilo e accoglienza per i titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati.

Il Comune di Sciacca, già componente della rete di accoglienza Siproimi (ex SPRAR), inoltrerà adesso formale istanza al Ministero dell’Interno chiedendo ogni autorizzazione al Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione per lo svolgimento dei servizi previsti nel progetto per il triennio 2020/2022.

Valorizzazione patrimonio della Città, protocollo con Ecomuseo 5 sensi

 

La valorizzazione dell’immenso patrimonio culturale, monumentale, artistico, musicale, paesaggistico, artigianale, gastronomico, delle tradizioni ed altro ancora. È uno degli obiettivi che si prefigge il protocollo stipulato dal Comune di Sciacca con l’Aps Sciacca Ecomuseo 5 Sensi. Il protocollo è stato sottoscritto, dopo l’approvazione della Giunta comunale, dal sindaco Francesca Valenti e per l’Aps da Ascanio De Gregorio.

Istituzione comunale ed Ecomuseo 5 sensi si impegnano a collaborare per la realizzazione degli obiettivi di valorizzazione e promozione delle attrazioni ed eccellenze della città di Sciacca in una rete che coinvolga anche altre istituzioni, altre realtà, condividendo e attivando ogni iniziativa utile e l’uso di strumenti innovativi, prevedendo pure la formazione/informazione dei giovani affinché diventino i protagonisti del museo diffuso.

Il Museo dei 5 sensi si propone come “legame tra patrimonio culturale e identità territoriale, da fruire con tutti e cinque i sensi umani, attraverso, ad esempio, percorsi tra gli antichi quartieri cittadini, visite ed escursioni guidate, laboratori didattici, degustazioni in luoghi unici, eventi che facciano riscoprire i tesori materiali e immateriali di una delle città più antiche del Mediterraneo”.