Scuola “Scaturro”, intervento di ripristino dell’impianto elettrico

È previsto in giornata il completamento dell’intervento di ripristino dell’impianto elettrico nell’edificio di Via Santa Caterina che ospita la scuola “Scaturro”, che l’Amministrazione comunale ha attivato a seguito dell’accertato guasto. È quanto rende noto l’assessore alla Pubblica Istruzione Gisella Mondino.

Ultimato l’intervento – comunica l’assessore – le lezioni, all’interno delle aule di Via Santa Caterina, domani riprenderanno regolarmente.

Lezione della Polizia postale sul cyberbullismo

Ci sarà anche una lezione sul cyberbullismo della Polizia postale tra le attività gratuite di informazione e formazione previste nel progetto di “Operazione Risorgimento Digitale” di Tim che dal 25 novembre ha fatto tappa a Sciacca. Iniziativa, per le sue finalità, sostenuta dal Comune di Sciacca.

La lezione della Polizia postale – rende noto l’assessore alla Pubblica Istruzione Gisella Mondino – è in programma domani, venerdì 29 novembre, alle ore 11, all’interno della “scuola mobile” di Tim in piazza Scandaliato. Sarà – dice l’assessore Mondino – un’occasione per conoscere la gravità del fenomeno e come le forze dell’ordine lo combattono per proteggere le vittime. Un momento dall’elevato contenuto educativo.

Nella “scuola mobile” di piazza Scandaliato, è possibile avere anche informazioni su altri importanti temi dell’area sicurezza: per riconoscere ed evitare le fake news, le notizie false e ingannevoli; per capire come si comportano i giovani nel mondo dei social; per conoscere i sistemi del parental control, le app al servizio dei genitori per proteggere i figli e prevenire i rischi del web.

Attraverso le lezioni in piazza, all’interno della “scuola mobile”, i cittadini potranno scoprire Internet e le sue potenzialità in dieci brevi sessioni formative da meno di un’ora, con le quali imparare ad utilizzare i principali servizi digitali. In parallelo i cittadini potranno iscriversi al programma in aula, articolato in tre moduli da due ore, che coinvolgerà i partecipanti per tre settimane consecutive (dal 2 al 20 dicembre) con l’obiettivo di insegnare dieci cose facili e utili per diventare cittadini di Internet.

Avvicendamento alla presidenza della Consulta Giovanile

 

Avvicendamento ai vertici della Consulta giovanile di Sciacca, costituita nell’ottobre del 2018. Eletti, ieri sera, in Sala Blasco, Sara Vignaniello come presidente, Alessio Curreri come vice presidente e Maria Andrè Bacchi come segretario. Prendono rispettivamente il posto di Anthony Bentivegna, Siria Mantegna e Maria Pia Craparo, eletti un anno fa.

Nel ringraziare gli uscenti per l’impegno e l’attività svolta, il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alle Politiche Sociali Gisella Mondino rivolgono l’augurio di un buon lavoro ai giovani, tre studenti, eletti alla guida della Consulta: “Sono fondamentali il loro protagonismo, le loro idee, il loro saper fare, il loro proporre soluzioni, il loro mettersi in gioco al servizio della città. È un momento di confronto e di crescita per tutti”.

La Consulta giovanile – ricordiamo – è un organismo consultivo e ha sede nel Palazzo Municipale. Rappresenta le esigenze dei giovani della città. È uno strumento di conoscenza. Elabora proposte, propone progetti e iniziative, incontri, dibattiti, ricerche, favorisce il raccordo tra gruppi giovanili e le istituzioni locali.

Partita l’Operazione Risorgimento Digitale di Tim

Sciacca ospita da oggi l’iniziativa “Operazione Risorgimento Digitale” di TIM, un grande progetto che ha l’obiettivo di dare a tutti la possibilità di diventare “cittadini di Internet” e accelerare in questo modo il processo di digitalizzazione del Paese.

Le attività sono state avviate questa mattina, alla presenza del vicesindaco Gisella Mondino e del Responsabile Sales Consumer Sud di TIM, Massimiliano Quaglianella, con l’arrivo in Piazza Scandaliato del “truck” di TIM, una vera e propria “scuola mobile” che fino a venerdì 29 novembre funzionerà da “sportello digitale” in cui i cittadini potranno richiedere informazioni, attivare i servizi che abilitano alla vita digitale e partecipare a brevi lezioni. La “scuola mobile” anticiperà l’avvio dei corsi in aula, che si terranno dal 2 al 20 dicembre, attraverso lo svolgimento di attività didattiche articolate su diversi livelli con un team di formatori pronti a spiegare al pubblico come Internet possa migliorare concretamente la vita quotidiana.

 

“È un progetto che abbiamo accolto con grande entusiasmo perché offre ai cittadini di Sciacca l’opportunità’ di acquisire conoscenze e competente digitali oggi più che mai rilevanti”, ha commentato il sindaco Francesca Valenti.

“È un’occasione importante anche per i commercianti e gli operatori del settore turistico, nonché per i dipendenti comunali che parteciperanno alle lezioni. Un’esperienza nuova per la nostra Città, che è pronta ad accogliere l’iniziativa di TIM”, ha dichiarato il vicesindaco Gisella Mondino.

“Con il progetto ’Operazione Risorgimento Digitale’, TIM vuole offrire ai cittadini l’opportunità di migliorare concretamente la loro vita quotidiana – ha affermato Massimiliano Quaglianella, Responsabile Sales Consumer Sud di TIM -. Grazie ai corsi in piazza e alle sessioni formative in aula, unitamente alle elevate competenze dei formatori di TIM, insegneremo come entrare in rete, trovare informazioni e vivere da cittadini digitali. Un particolare ringraziamento va al comune di Sciacca per il pieno sostegno fornito al progetto, condizione fondamentale per il buon esito dell’iniziativa, anche nell’ottica di instaurare un nuovo rapporto con le imprese e le pubbliche amministrazioni”.

Attraverso le lezioni in piazza, all’interno della “scuola mobile”, i cittadini potranno scoprire Internet e le sue potenzialità in 10 brevi sessioni formative da meno di un’ora, con le quali imparare ad utilizzare i principali servizi digitali. In parallelo i cittadini potranno iscriversi al programma in aula, articolato in 3 moduli da 2 ore, che coinvolgerà i partecipanti per tre settimane consecutive (dal 2 al 6, dal 9 al 13 e dal 16 al 20 dicembre) con l’obiettivo di insegnare loro dieci cose facili e utili per diventare cittadini di Internet, come ad esempio, entrare in rete, trovare informazioni, comunicare, condividere e vivere le proprie giornate da cittadino digitale. I corsi si svolgeranno sia la mattina che il pomeriggio dal lunedì al venerdì in diverse location cittadine: Palazzo Lazzarini, IISS Don Michele Arena – Plesso IPIA Miraglia -, Direzione Didattica II Circolo Sant’Agostino.

Il progetto, che a livello nazionale raggiungerà 1 milione di persone attraverso un intenso programma di formazione gratuito nelle 107 province italiane, vedrà impegnati circa 400 formatori TIM che offriranno oltre 20mila ore di lezioni, coinvolgendo associazioni, centri di aggregazione ed incontro territoriali, polisportive e centri anziani.

Tra gli esempi concreti di strumenti che favoriscono la partecipazione attiva alla vita digitale da parte di un sempre più ampio bacino di persone, l’attivazione dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), la soluzione che permette di accedere, anche da dispositivi mobili, ai servizi online della Pubblica Amministrazione (INPS, INAIL, Agenzie delle entrate, Portali del cittadino, etc.) e dei privati abilitati, con un’unica Identità Digitale (user e password). E ancora, pagare il parcheggio o acquistare i biglietti di un museo con lo smartphone, utilizzare le App per avere sempre a portata di click la musica e i film preferiti, creare e modificare foto e video, oppure saper riconoscere le fake news e prevenire i rischi del web.

È possibile iscriversi ai corsi e chiedere ulteriori informazioni sia attraverso il Numero Verde dedicato 800 860 860 sia online attraverso la pagina web https://operazionerisorgimentodigitale.it .

L’iniziativa aderisce al Manifesto della Repubblica Digitale promosso dal Commissario Straordinario del Governo per l’attuazione dell’Agenda Digitale, ha il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dell’ANCI ed è aperta al contributo di altre aziende, istituzioni e operatori pubblici e privati in ottica di ecosistema per fare rete e massimizzare le opportunità per i cittadini.