Distretto socio-sanitario D7, conferenza di servizio con laboratori tematici

Proseguono le azioni per la programmazione delle nuove attività del Distretto Socio-Sanitario D7 che comprende i comuni di Sciacca (capofila), Menfi, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita Belice, Caltabellotta, Montevago.

Lunedì prossimo, 21 ottobre 2019, alle ore 9, si terrà una conferenza di servizio nella Sala Blasco del Palazzo Municipale di Sciacca per “presentare agli attori sociali e ai cittadini del territorio del distretto l’avvio dei percorsi di costruzione riguardanti la rimodulazione del Piano di Zona 2013/2015; la programmazione del Piano di Zona 2018/2020; la programmazione per l’impiego della cosiddetta Quota servizi del Fondo Povertà (PAL)”.

L’incontro è stato indetto dal presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto D7 Leonardo Ciaccio e dal dirigente del 2° Settore del Comune di Sciacca Filippo Carlino, dando seguito alle linee guida alla stesura del nuovo Piano di Zona (legge 328 del 2000) dell’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche del Lavoro e delle linee guida per l’impiego della Quota servizi del fondo povertà del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

All’incontro interverranno, tra gli altri, amministratori locali, dirigenti e funzionari dei Servizi Sociali dei Comuni coinvolti.

Sono invitati a partecipare tutti i soggetti interessati: i rappresentanti degli enti no profit, delle scuole, dei sindacati ecc.

Dopo la conferenza di servizio, saranno attivati, intorno alle 10,30, sempre in Sala Blasco, dei tavoli tematici sui seguenti temi: “Famiglia, minori e giovani”, “Anziani e disabili”, “Povertà, inclusione sociale, immigrazione”, “Dipendenze”.

Il sindaco Valenti al governo regionale: “Si istituisca la Stroke Unit al Giovanni Paolo II”

“Si istituisca la StroKe Unit anche all’ospedale di Sciacca”. Lo chiede il sindaco Francesca Valenti al governo regionale. La richiesta è contenuta in una lettera indirizzata al presidente della Regione Nello Musumeci e all’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza che il sindaco ha predisposto e trasmesso anche alla presidenza del Consiglio comunale per la condivisione.  Ecco il contenuto della nota del sindaco Francesca Valenti:

“Ha creato non poca preoccupazione tra i cittadini di Sciacca e dell’hinterland la notizia dell’individuazione dell’ospedale di Castelvetrano come sede di una Stroke Unit in quanto, in occasione della recente convocazione del Comitato dei Sindaci ad Agrigento, da parte del  dott. Santonocito, commissario straordinario dell’Asp, il sindaco di Sciacca, anche facendo proprie le valutazioni degli operatori sanitari e del comitato civico per la sanità, ha evidenziato la necessità e l’opportunità dell’istituzione della Stroke Unit presso l’ospedale Giovanni  Paolo II di Sciacca classificato come Spoke. In quell’occasione è stato rappresentato che l’ospedale Giovanni Paolo II di Sciacca si caratterizza per una rete ben organizzata per l’infarto miocardico, per un reparto di neuroriabilitazione, per un servizio di radiologia con guardia attiva h24/7, per la recente istituzione di una U.O. semplice di neuroradiologia, per un collegamento informatico con la neurochirurgia dell’ospedale Civico e dell’ospedale Villa Sofia di Palermo. Sono state altresì evidenziate  le difficoltà legate alla rete stradale che, ahimè, non assicurano in caso di ictus l’intervento salvavita entro le 4 ore e mezzo dall’insorgere dei sintomi per i pazienti di Sciacca e dell’hinterland.

“L’attivazione della Stroke Unit presso il reparto di neurologia del Giovanni Paolo II consentirebbe anche ai pazienti provenienti dai diversi comuni che afferiscono all’ospedale di Sciacca di sottoporsi a indagini diagnostiche di assoluta qualità e precisione, limitando gli spostamenti fuori provincia oltre che la somministrazione dei trattamenti più appropriati legati anche alla tempestività di arrivo in ospedale provvedendo in emergenza/urgenza all’inquadramento diagnostico, alla valutazione neurologica e clinica generale.

“Si chiede con forza, pertanto, che l’ospedale di Sciacca sia individuato come sede di una Stroke Unit dove si utilizzano sistemi di monitoraggio continuo di parametri vitali, trattamenti di rivascolarizzazione, percorsi di riabilitazione precoce e cure predefinite omogenee secondo protocolli diagnostico-terapeutici per il trattamento precoce con ictus acuto in modo da ridurre significativamente mortalità e disabilità legati alla malattia nonché un aggravio di costi sul Servizio Sanitario Nazionale”.

Piano particolareggiato di contrada Isabella, “Nessun blocco per il rilascio dei permessi a costruire”  

“Il piano Isabella scade a dicembre, ma si potrà continuare a rilasciare i permessi sui lotti residui”. Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Urbanistica Fabio Leonte chiariscono la questione dopo gli approfondimenti con gli uffici comunali e quelli regionali, dando così una risposta dopo che è stata paventata ipotesi di blocco del rilascio dei permessi a costruire nella zona.

“La scadenza del decreto di approvazione del Piano Particolareggiato di contrada Isabella – spiegano – è prevista l’11 dicembre 2019, pari a dieci anni dalla data di pubblicazione del decreto. Inoltre è possibile, dopo la scadenza del piano particolareggiato, poter continuare a rilasciare i permessi a costruire nei lotti residui, conformemente a quanto previsto dall’articolo 20 della legge regionale n. 16 del 10 agosto 2016”.

Letture ad alta voce e laboratori creativi in biblioteca per bambini

 

Ritornano gli appuntamenti dedicati ai bambini all’interno degli spazi della biblioteca comunale di Sciacca a Palazzo Lazzarini. Partono – comunica l’assessore Gisella Mondino – le attività del progetto “Leggimi piano, leggimi forte” che prevede letture ad alta voce e laboratori creativi.

L’iniziativa, rivolta ai bambini dai 3 ai 6 anni, è promossa dall’assessorato alla Cultura, in collaborazione con la biblioteca comunale “Aurelio Cassar”, il gruppo di animatrici di Flashbook e Nati per Leggere Sicilia.

Tre gli appuntamenti di “Leggimi piano, leggi forte” programmati in questa fase e condotti dalle animatrici di Flashbook. Si inizia oggi pomeriggio, 18 ottobre, dalle 17,30 alle 19. Il secondo appuntamento sarà il 22 novembre, il terzo il 20 dicembre, sempre allo stesso orario e negli stessi spazi.

L’ingresso è libero e gratuito.