Marineria, il sindaco Valenti: “Ci stiamo battendo per la moratoria”

“Stiamo facendo e continueremo a fare quanto è nelle nostre possibilità, coinvolgendo tutte le istituzioni e gli europarlamentari, e chiedendo a gran voce una moratoria al nuovo regolamento UE. Sono e resterò al fianco della nostra marineria”. È quanto dichiara il sindaco di Sciacca Francesca Valenti dopo due giorni di incontri: l’altro ieri ad Agrigento col prefetto Dario Caputo, ieri a Palermo col presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

“Abbiamo illustrato le ragioni dei pescatori – dice il sindaco Francesca Valenti – e chiesto una soluzione che ci sembra fattibile: la moratoria, ovvero la sospensione dell’efficacia del regolamento UE n. 2019/982, in attesa che il Parlamento Europeo prenda atto delle dannose conseguenze alle categorie produttive, lo ridiscuta e ne riveda i contenuti. Perché, com’è stato pensato, il provvedimento europeo impedisce di fatto ai nostri pescatori di continuare a svolgere la propria attività, asse portante dell’economia cittadina. Il Prefetto e il Presidente della Regione si sono impegnati, nell’ambito delle loro possibilità, a dare voce alle istanze delle marinerie siciliane colpite dal provvedimento europeo. Il Comune di Sciacca manterrà alta l’attenzione e continuerà la propria azione. Ho chiesto al presidente del Consiglio comunale la convocazione di una seduta straordinaria e aperta dedicata alla questione pesca. Si attende la disponibilità degli europarlamentari siciliani. La loro presenza è fondamentale perché sono loro, gli europarlamentari, a farsi portavoce delle istanze dei pescatori e portare a Bruxelles la nostra legittima protesta”.