Promozione dell’affido familiare, protocollo con l’Afap

 

Favorire la cultura dell’affido, creare una rete di auto-aiuto per gli affidatari, tutelare i diritti dei bambini affidati e delle persone che se ne fanno carico. Questi gli obiettivi che il Comune di Sciacca intende promuovere con l’associazione Famiglie Affidatarie (Afap) che intende aprire nella nostra città un proprio centro.

L’Amministrazione comunale – rendono noto il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alle Politiche Sociali Gisella Mondino – stipulerà con l’Afap un protocollo d’intesa per sancire una collaborazione e agevolare così l’attività di supporto nei confronti di quelle famiglie che scelgono l’affido.

Il protocollo sarà sottoscritto domani, venerdì, 28 giugno, alle ore 11, nella Sala Giunta del Comune di Sciacca dal sindaco Francesca Valenti e dal presidente regionale dell’Afap Giuseppe Sortino, accompagnato da Adriana De Trovato del consiglio direttivo dell’associazione.

Una nuova sede per l’associazione Crescere Insieme  

 

Una nuova sede per l’Associazione Crescere Insieme Onlus, composta da genitori di ragazzi diversamente abili, da anni impegnata a Sciacca in azioni di assistenza e solidarietà. L’Amministrazione comunale si è adoperata per trovare una sistemazione. La sede sarà ospitata nei locali dell’ex scuola regionale del secondo circolo didattico Sant’Agostino, al piano terra dell’edificio di Viale della Vittoria. Ieri pomeriggio, la consegna dei locali.

“L’Amministrazione comunale – dicono il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alle Politiche Sociali Gisella Mondino – ha accolto la richiesta di aiuto dell’associazione, del suo presidente Rita Montalbano, e si è attivata per trovare una nuova sede in locali idonei. Grazie alla disponibilità del dirigente del circolo Sant’Agostino, Emanuele Giordano, che ringraziamo, siamo riusciti a raggiungere quest’obiettivo, fondamentale per l’operatività di Crescere Insieme. A seguito di una convenzione stipulata con la scuola, l’associazione potrà continuare a svolgere le proprie attività di servizio agli altri, ai disabili soprattutto, usufruendo dei locali della Sant’Agostino di pomeriggio”.