Biblioteca junior, avviato il secondo ciclo di laboratori

Con una storia di coraggio, è iniziato questa mattina il secondo ciclo di laboratori creativi della “Biblioteca Junior”.

Nei locali del Palazzo Lazzarini, sono ritornati gli scolari della IV D del circolo didattico Sant’Agostino. Dalla lettura del libro Il piccolo principe al centro del primo ciclo di incontri, si è passati oggi alla lettura, all’ascolto e all’espressività del libro Provaci ancora Lulù di Ashley Spires, Erickson edizioni.

L’attività è stata condotta e coordinata dalla psicologa e psicoterapeuta dell’infanzia Ivana Dimino. Al libro ha dato voce l’attrice Tiziana Maniscalco. I bambini sono stati stimolati a dare espressività alle loro emozioni con la voce, con i colori e anche con improvvisazioni teatrali.

La biblioteca junior è stata avviata lo scorso 14 gennaio e promossa dall’assessorato alle Politiche Sociali e Pubblica Istruzione, in collaborazione con la facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Palermo, la biblioteca “Aurelio Cassar”, l’Associazione Acquario, il coinvolgimento delle scuole primarie cittadine (seconde e quarte classi del IV circolo didattico “Dante Alighieri”, del II circolo didattico “Sant’Agostino”, dell’istituto comprensivo “Mariano Rossi”, del I circolo didattico Giovanni XXIII).

In settimana sono previsti altri due appuntamenti: giovedì 7 (recupero di un incontro del primo ciclo) e venerdì 8 febbraio.

Sciacca “plastic free”, firmata ordinanza per limitare uso della plastica

Il Comune di Sciacca aderisce al progetto “plastic free”. Il sindaco Francesca Valenti, l’assessore alla Gestione dei Rifiuti Carmelo Brunetto e l’assessore all’Ambiente Mario Tulone hanno firmato oggi un’ordinanza che ha l’obiettivo di ridurre l’uso della plastica che gravi danni, negli anni, ha prodotto all’ecosistema. Col provvedimento, l’Amministrazione comunale si impegna a rendere Sciacca “Comune plastic free”, ovvero libero dalla plastica, prefissandosi diversi obiettivi tra cui: ridurre ulteriormente la produzione dei rifiuti; rendere più economico lo smaltimento dei rifiuti, aumentando la quota di rifiuti destinati verso forme di conferimento differenziate e meno costose; diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili, quali le bioplastiche.

A partire dall’1 aprile 2019 – ordina il provvedimento – gli esercenti le attività commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande, non potranno distribuire ai clienti sacchetti da asporto monouso in materiale non biodegradabile. È consentito fino al 31 marzo l’utilizzo delle eventuali scorte giacenti nei propri magazzini.

A partire dal 1° gennaio 2020, i titolari che esercitano le attività della ristorazione e gli esercizi di generi alimentari e ogni centro vendita di stoviglie per alimentari, dovranno esercitare agli acquirenti esclusivamente la vendita, la distribuzione, l’utilizzo e il consumo di materiale monouso del tipo biodegradabile e/o compostabile (posate, piatti, bicchieri, cannucce ecc.). È consentito, limitatamente ai successivi 30 giorni di entrata in vigore dell’ordinanza, la progressiva eliminazione delle eventuali scorte di materiale monouso non biodegradabile e/o compostabile.

In occasione di feste pubbliche e sagre, i commercianti, i privati, le associazione, i comitati, gli enti, potranno distribuire al pubblico esclusivamente materiale monouso del tipo biodegradabile e/o compostabile.

L’ordinanza fa obbligo a tutti i residenti e o visitatori di utilizzare esclusivamente “materiale monouso” del tipo biodegradabile e/o compostabile (sacchetti da asporto, posate, piatti, bicchieri, coppe, coppette, ciotole, ciotoline, cannucce, mescolatori per bevande, aste per palloncini, bastoncini cotonati, cotton fioc).

Premio alla solidarietà “Orazio Capurro”, l’invito del sindaco Francesca Valenti  

Nel condividere le finalità del premio alla solidarietà “Orazio Capurro”, il sindaco Francesca Valenti invita quanti interessati a partecipare all’individuazione delle persone che, per la loro azione a favore dei malati, meritano di avere attribuito un pubblico riconoscimento.

Il premio, a cadenza annuale, è stato istituito  dall’Associazione Orazio Capurro – Amore per la Vita Onlus, ed è dedicato alla memoria di Orazio Capurro, giovane medico e ricercatore universitario scomparso il 29 febbraio 2008.

Il bando dell’edizione 2019 è stato pubblicato sul sito internet dell’associazione (www.oraziocapurroamoreperlavita.it). Una commissione giudicatrice vaglierà le proposte che giungeranno dal territorio. Le proposte dovranno essere formalizzate entro le ore 16,00 del prossimo 4 marzo attraverso le modalità previste nel bando.

La Commissione assegnerà un premio in denaro ad una persona che si è distinta “per avere assistito gratuitamente con particolare amore e dedizione il malato”.

Il bando prevede anche l’assegnazione e la consegna di una targa al merito ad un sanitario “che si è distinto per competenza e professionalità nell’assistenza al malato.

LINK