Tommaso Fazello apre “Diamo voce ai libri”, nella biblioteca storica “Aurelio Cassar”

 

L’illustre storico saccense Tommaso Fazello con la sua Storia della Sicilia, il De rebus Siculis, è stato ieri sera il protagonista del primo incontro di “Diamo voce ai libri”, nella sede monumentale della biblioteca “Aurelio Cassar”, sita nell’atrio superiore del Palazzo Municipale. L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Sciacca, Assessorato alla Cultura, tramite la biblioteca.

L’incontro è stato aperto dagli interventi del sindaco Francesca Valenti, del vicesindaco e assessore alla Cultura Gisella Mondino, del dirigente del I Settore del Comune Michele Todaro. C’è stata poi una breve introduzione sull’autore, e sulla sua famiglia, della studiosa Angela Scandaliato. Si è dato quindi voce a Tommaso Fazello con le letture di Raimondo Moncada con brani scelti e riadattati della sua Storia della Sicilia: la descrizione dell’isola, il carattere dei suoi abitanti (“intelligenza pronta e acuta, eccellenti nell’inventare”), i frutti della Sicilia, il racconto della sua città natale e delle sue meraviglie: Sciacca.

Il testo utilizzato è quello tradotto dal latino in italiano da Antonino De Rosalia e Gianfranco Nuzzo.