Assistenza domiciliare anziani, avvisi per prosecuzione servizi ADA e ADI

Hanno una continuità i servizi di assistenza domiciliare agli anziani, attivati tramite il distretto socio-sanitario Ag 7, di cui il comune di Sciacca è ente capofila. I servizi proseguiranno – dicono il sindaco Francesca Valenti e l’assessore Annalisa Alongi – grazie alla rimodulazione/riprogrammazione del Piano d’Intervento agli Anziani predisposta dal Distretto Socio Sanitario di Sciacca e approvata dal Ministero dell’Interno che finanzia gli interventi con il 2° riparto delle risorse PAC.

 

ADA

Il Comune di Sciacca, quale ente capofila del Distretto, ha infatti diramato un avviso pubblico riguardante il servizio di assistenza domiciliare non integrata (ADA) per anziani non autosufficienti, non bisognosi di cure sanitarie. Gli interventi riguardano l’aiuto e il coinvolgimento per il governo della casa, e azioni per favorire o mantenere l’autosufficienza nell’attività giornaliera. Le prestazioni socio-assistenziali saranno erogate agli aventi diritto mediante l’assegnazione di buoni di servizio.

Il servizio ADA è gratuito per soggetti con una situazione economica specificata – assieme a altre utili informazioni – nell’avviso diramato dal dirigente del II Settore Filippo Carlino. Per richiederne le prestazioni, gli interessati dovranno presentare domanda, con la documentazione richiesta, entro il prossimo 20 agosto presso l’Ufficio Protocollo Generale del Comune di Residenza.

L’avviso e il modello di domanda possono essere visionati e scaricati dai siti internet dei Comuni o richiesti agli Urp (Uffici Relazioni con il Pubblico).

ADI

Si prolunga anche un altro servizio, l’Adi (assistenza domiciliare integrata all’assistenza sanitaria per anziani ultrasessantacinquenni non autosufficienti”. Gli anziani che usufruiscono di cure sanitarie domiciliari (infermieristica, fisioterapia) erogate dall’Asp, possono – scrive in una comunicazione il dirigente del II Settore Filippo Carlino – continuare a beneficiare dell’assistenza socio assistenziale erogata dal Distretto Socio Sanitario Ag 7 fino al 30 giugno 2019.

Per richiedere l’erogazione del servizio Adi, gli utenti in carico all’ASP dovranno presentare presso l’Ufficio Protocollo Generale del Comune di residenza domanda e documentazione richiesta.

Per eventuali chiarimenti, gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Sociale del proprio comune di residenza. Il modello di richiesta è disponibile presso l’Urp e può essere scaricata dai siti internet dei propri comuni.

LINK