Bonus idrico alle famiglie in stato di disagio, via alle domande

È stato dato il via alla presentazione delle domande per richiedere il bonus per la fornitura idrica. La misura  è volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto a beneficio delle famiglie in condizione di disagio economico e sociale.

È quanto rendono noto il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alle Politiche Sociali Annalisa Alongi.

Sul sito internet del Comune di Sciacca è stato creato un link denominato “Bonus idrico” (colonna a destra della homepage) accedendo al quale i cittadini interessati a usufruire del beneficio possono trovare sia i moduli che note esplicative.

Le istanze vanno presentate al protocollo generale del Comune di Sciacca. Sarà poi l’Ufficio Servizi Sociali a girare le istanze al gestore del servizio idrico tramite una piattaforma on line a disposizione di tutti i comuni italiani.

Il bonus idrico consiste in  uno sconto sulla bolletta idrica rispetto alle tariffe per le utenze domestiche applicate dal gestore locale. L’Arera, l’Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente, spiega che il bonus idrico garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi su base annua per ogni componente della famiglia anagrafica. Hanno diritto al bonus – sottolinea l’Arera – anche gli utenti che non hanno un contratto di fornitura diretto perché vivono in un condominio e il titolare del contratto di fornitura è il condominio stesso.

LINK BONUS IDRICO 

Tv digitale terrestre, servizio per l’eliminazione delle interferenze del segnale di telefonia 4G  

Il Comune di Sciacca aderisce alla campagna di comunicazione “Help interferenze” per l’eliminazione delle interferenze delle reti di telefonia mobile di nuova generazione LTE (4G) che disturbano la ricezione della TV digitale terrestre. Il sindaco Francesca Valenti rende noto che è attivo un servizio istituzionale, affidato dal ministero dello Sviluppo Economico alla Fondazione Ugo Bordoni

Le interferenze agli impianti di ricezione televisiva domestica – spiega la Fondazione

che ha chiesto la collaborazione dei sindaci per diffondere capillarmente l’iniziativa in tutto il territorio nazionale – possono a volte verificarsi nelle zone in cui vengono accese le stazioni radio base che trasmettono i segnali della telefonia 4G nella banda degli 800 MHz. Il servizio denominato “Help interferenze” permette ai singoli cittadini o agli amministratori di condominio di inviare una ‘segnalazione’ su eventuali disturbi nella ricezione della TV digitale terrestre. In presenza dei requisiti tecnici e amministrativi richiesti per l’accesso al servizio, sarà inviato un antennista che effettuerà gratuitamente l’intervento di ripristino della corretta ricezione dei segnali televisivi presso l’indirizzo indicato.

Qualora in alcune zone si riscontrassero improvviso problemi di ricezione del segnale televisivo del digitale terrestre – spiega ancora la Fondazione Ugo Bordoni – sarà possibile effettuare la segnalazione tramite la chiamata al numero verde 800126126 e la compilazione di un modulo elettronico presente sul sito web www.helpinterferenze.it

LINK HELP INTERFERENZE