PRG, Regione emette decreto di approvazione della Vas

Emesso dalla Regione il decreto di approvazione della Vas, la valutazione ambientale strategica sul nuovo Piano Regolatore di Sciacca. È quanto comunicano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Urbanistica Gioacchino Settecasi.

“Siamo molto soddisfatti per questo atteso provvedimento – dichiarano –. Adesso si prosegue. Si va avanti verso l’iter conclusivo del Prg per il quale, fin dall’inizio, ci siamo impegnati seguendone ogni passaggio, ogni aspetto, con grande attenzione”.

Il decreto sulla Vas porta la firma dell’assessore regionale del Territorio e dell’Ambiente Salvatore Cordaro e del dirigente generale Giuseppe Battaglia. Col provvedimento si esprime “parere motivato positivo, con prescrizioni, relativo al procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) comprensivo della Valutazione di Incidenza Ambientale (V.Inc.A) in conformità al parere n. 63/2018 del 28 marzo 2018 reso dalla Commissione Tecnica specialistica  per le autorizzazioni ambientali di competenza regionale durante la seduta  sul Piano Regolatore Generale del Comune di Sciacca”.

Bando per recupero e riuso vecchi immobili “seconda finestra”, Comune di Sciacca partecipa con 3 progetti

Oltre 1 milione di euro per  tre progetti. È l’ammontare del finanziamento chiesto dall’Amministrazione comunale di Sciacca nel partecipare alla “seconda finestra” dell’azione 9.6.6 dell’Avviso del PO FESR 2014/2020.  Lo comunicano il sindaco Francesca Valenti  e gli assessori ai Lavori Pubblici Giuseppe Neri e alle Politiche Sociali Annalisa Alongi.

Gli interventi per i quali è stato chiesto il finanziamento sono i seguenti:

  • BENE CONFISCATO – Lavori di riqualificazione funzionale di un bene confiscato alla mafia di proprietà dell’Ente, sito in via Caricatore n. 28, da destinare a centro servizi per il cittadino di Sciacca (importo richiesto 500.000 euro);
  • PALLONE TENDA – Lavori di rifunzionalizzazione edilizia dell’immobile di proprietà pubblica ai fini della realizzazione di spazi aggregativi legati alle attività di quartiere e riqualificazione di aree per attività sportive collettive nel Pallone Tenda sito in località Perriera (importo richiesto 600.000 euro)
  • RACCOMANDATA – Progetto di completamento e riuso funzionale dell’ex complesso della Raccomandata di Sciacca (importo richiesto 150.000 euro).

Le tre istanze di finanziamento per un ammontare complessivo di 1 milione e 250 mila euro – rendono noto il sindaco Valenti e gli assessori Neri e Alongi – sono state inoltrate in via telematica (PEC) entro le ore 13 del 17 maggio 2018 all’Assessorato alla Famiglia – Dipartimento Famiglia. Così come previsto dal bando, inoltre, entro le ore 13,00 del 24 maggio 2018 è stata presentata brevi manu la “copia dei progetti dell’Operazione approvati dall’ente richiedente” su supporto informatico e inseriti in busta sigillata.

L’Avviso del PO FESR  2014/2020, “seconda finestra” dell’Azione 9.6.6  prevede “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”. Alla seconda finestra dell’Avviso sono destinate risorse pari  a 18.698.319,62 euro, integrabili ulteriormente con risorse che dovessero rendersi disponibili a seguito dell’approvazione della graduatoria definitiva delle domande presentate nell’ambito della prima finestra.

L’azione si propone di sostenere interventi di recupero, adeguamento e rifunzionalizzazione di immobili (spazi ed edifici), con particolare riferimento ai beni sottratti alla criminalità organizzata, da parte di enti locali da destinare all’erogazione di servizi e attività sociali e/o con funzioni di animazione socio-culturale e sportiva, la cui destinazione d’uso sociale è condivisa e anche costruita con la popolazione residente e gli attori del volontariato, associazionismo, terzo settore operanti a livello territoriale.

L’istanza di finanziamento poteva essere inoltrata dalle Aree Urbane, ovvero dalle 18 Città Polo con popolazione superiore a 50.000 abitanti (ex art. 7 Reg. UE 1301/2013), nonché dalle 17 città del peculiare Cluster di città che hanno elaborato un Piano Strategico e/o un Piano Integrato di Sviluppo Urbano (PISU) nel periodo 2007/2013, caratterizzate in genere da dimensione demografica tra i 30.000 ed i 50.000 abitanti.

Evento Carnevale Estivo 2018, comunicazione del dirigente  del Settore Spettacolo

Con una comunicazione pubblicata in basso, e facendo seguito a un atto di indirizzo dell’Amministrazione comunale, il dirigente del I Settore Turismo e Spettacolo Michele Todaro invita i privati ad avanzare delle proposte al Comune di Sciacca per organizzazione dell’evento Carnevale Estivo 2018.

Chiunque fosse interessato, in possesso della capacità tecnica e giuridica, può far pervenire una propria libera proposta che dettagli le modalità di svolgimento ed evidenzi quanto chiesto al Comune (es. importo economico, patrocinio, aree, servizi, ecc.).

Le proposte dovranno pervenire entro il 3 giugno ai seguenti indirizzi di posta elettronica certificata:

protocollo@comunedisciacca.telecompost.it

affarigenerali@comunedisciacca.telecompost.it

Le proposte “saranno poi esaminate ai fini della fattibilità, delle modalità attuative, delle capacità tecnico-giuridiche, della convenienza economica. Quella ritenuta più conveniente per l’Ente, previo confronto con il proponente, sarà accolta, finanziata e inserita nel programma delle manifestazioni dell’Estate Saccense 2018”.

Come data di svolgimento, si indica un fine settimana di luglio (3-4 giorni alla presenza dei carri allegorici classificatisi ai primi tre posti in occasione dello scorso Carnevale di Sciacca 2018).

LINK LEGGI COMUNICAZIONE 

Aree private incolte, nuova ordinanza con prescrizioni per i proprietari

Il sindaco Francesca Valenti ha emesso una nuova ordinanza sull’obbligo di manutenzione dei terreni privati incolti nel territorio comunale e delle aree adiacenti all’abitato, siepi, cunette e fossati di scolo che fiancheggiano le strade.

L’ordinanza, la n. 25 del 21 maggio 2018, modifica e sostituisce l’ordinanza n.21 del 17 maggio 2015.

Le condizioni di decoro, igiene e sicurezza pubblica dovranno essere mantenute durante l’intero arco dell’anno.

 

Il provvedimento ordina nel dettaglio:

  • ai proprietari, agli aventi diritto, agli affittuari, detentori e concessionari, ai conduttori di terreni o a qualsiasi titolo e qualunque sia la destinazione d’uso dei terreni incolti, di provvedere ai lavori di manutenzione e pulitura di dette aree costantemente in tutto l’arco dell’anno, sgombrando le stesse da erbe, rovi, da infestanti vari e da ogni tipo di materiale, assicurandone il decoro, l’igiene e la sicurezza pubblica, e ottemperando agli articoli 29, 30, 31, 32, 33 del Codice della Strada;
  • Ai proprietari, agli aventi diritto, agli affittuari, detentori e concessionari di terreni incolti, conduttori di terreni a qualsiasi titolo e qualunque sia la destinazione d’uso degli stessi, posti frontalmente alle strade comunali e vicinali e di fondi agricoli, in tutto il territorio del Comune di Sciacca di provvedere costantemente durante l’intero arco dell’anno alla manutenzione dei luoghi;
  • Sistemare le siepi e le ripe dei fondi in modo da evitare il restringimento del piano viabile e l’ingombro delle cunette stradali, che dovranno avere una sistemazione sufficiente a evitare incendi e a favorire lo smaltimento delle acque meteoriche diluviali; i reticolati dovranno essere realizzati a una distanza non inferiore a 50 centimetri dal ciglio interno delle cunette stradali, provvedendo all’allontanamento del materiale di risulta, lasciando pulita la sede stradale e le cunette.
  • Provvedere alla rimozione, nel più breve tempo possibile, quando per effetto di incendi, intemperie o per qualsiasi altra causa vengano a cadere sul piano stradale, di alberi piantumati nei terreni laterali o ramaglie di qualsiasi genere o detriti, pietrisco o fanghiglia, provenienti da stradoni o passaggi privati;
  • Provvedere alla sistemazione e pulizia radicale dei fossati di scolo che fiancheggiano le strade al fine di renderli efficienti allo smaltimento delle acque meteoriche.

Per le violazioni sono previste sanzioni amministrative e altri provvedimenti. Qualora i proprietari o i possessori di terreni non provvedano a eseguire i lavori indicati nell’ordinanza, saranno ritenuti responsabili degli eventuali danni che si dovessero verificare per l’inosservanza delle prescrizioni impartite.

LINK Ordinanza