Sicurezza Urbana, riunione con comitati di quartiere per la videosorveglianza

sciaccapanoramica

Di video sorveglianza in centro città e nelle sue periferie. Si è parlato nel corso di un incontro che si è svolto ieri pomeriggio in Sala Giunta, convocato dal sindaco Francesca Valenti e dal vicesindaco e assessore alla Sicurezza Urbana Filippo Bellanca. A richiedere l’incontro il rappresentante dell’Unione dei Comitati di Quartiere Giuseppina Corbo.

Presenti alla riunione, rappresentanti del coordinamento dei comitati di quartiere, il dirigente del Settore Sviluppo Economico Nando Rapisardi e il funzionario dello stesso ufficio Sina Ciaccio. Illustrato l’iter che si sta seguendo per portare a compimento il progetto di potenziamento della video sorveglianza in centro storico e di nuova istallazione di dispositivi in altri quartieri della città, comprese le aree periferiche.

“L’Amministrazione comunale – dicono il sindaco Francesca Valenti e il vicesindaco Filippo Bellanca – ha illustrato lo stato dell’arte. Abbiamo già inviato una direttiva agli uffici a cui abbiamo chiesto di predisporre due progetti per seguire due strade. La prima è quella della realizzazione del progetto con fondi comunali, con la richiesta di un mutuo di 100 mila euro alla Cassa Depositi e Prestiti. Il mutuo è inserito nella previsione di bilancio che stiamo elaborando. La seconda strada è quella della partecipazione al bando del Ministero dell’Interno, uscito di recente, il cui eventuale finanziamento ci consentirebbe di avere maggiori risorse e, dunque, la possibilità di una maggiore estensione della video sorveglianza nel territorio comunale, comprendendo più siti. Il nostro intento è aumentare il numero di telecamere in centro storico, estendere la videosorveglianza negli altri quartieri, collocare i dispositivi nei due ingressi alla città e arrivare a coprire e proteggere le aree abitate al di fuori dell’area urbana”.