Buongiorno ceramica 2018, ci sarà anche Sciacca

 

panchina in ceramica di sciacca

Il Comune di Sciacca aderisce a Buongiorno Ceramica 2018, la manifestazione promossa a livello nazionale dall’Aicc (Associazione Italiana Città della Ceramica). L’adesione è stata formalizzata questa mattina alla stessa Aicc dal sindaco Francesca Valenti  e dal vicesindaco e assessore al Turismo Filippo Bellanca dopo alcuni incontri avuti i con i maestri ceramisti, scuole e altri organismi che hanno dato la propria disponibilità alla partecipazione. Questa mattina, in particolare, si è tenuta una riunione con rappresentanti del liceo artistico “Bonachia”, dell’istituto alberghiero “Amato Vetrano” e della condotta Slow Food di Sciacca.

L’idea è quella di una festa della ceramica in piazza Angelo Scandaliato con protagonisti i maestri ceramisti saccensi e gli allievi della sezione ceramica del “Bonachia”. Si pensa anche all’organizzazione di momenti di animazione e di valorizzazione, oltre che della ceramica artistica di Sciacca, anche di altre eccellenze locali  con il coinvolgimento dell’Istituto “Amato Vetrano” e dello Slow Food.

Il programma è in fase di definizione. Per l’evento, l’Aicc ha fissato due giorni: il 19 e il 20 maggio.

Tettoia di riparo al porto per manutenzione reti da pesca, sottoscritto accordo di gestione

 

 

porto di sciacca e città

Accordo per la gestione della tettoia di riparo per la manutenzione delle reti da pesca, struttura realizzata nell’area portuale nell’ambito dei finanziamenti ottenuti col Gac, il gruppo di azione costiera “Il sole e l’azzurro – tra Selinunte, Sciacca e Vigata” e a seguito della convenzione stipulata nel 2013 con la Regione Siciliana. Un protocollo è stato stipulato ieri dal Comune di Sciacca, dal Gac e da rappresentanti del comparto pesca. Per il Gac e il Comune, hanno sottoscritto il documento il sindaco Francesca Valenti e il dirigente del Settore Patrimonio Aldo Misuraca.

La struttura sarà gestita da un comitato costituito da quattro componenti: un rappresentanza del Comune di Sciacca e degli operatori della pesca. Il funzionamento sarà disciplinato da un regolamento – che fa parte del protocollo sottoscritto ieri –, i cui criteri sono stati fissati nella delibera di Giunta comunale dello scorso 7 marzo. I soggetti che potranno fruire della tettoia di riparo sono gli operatori della pesca del porto di Sciacca (armatori e pescatori imbarcati) registrati in un apposito elenco. La struttura sarà funzionante tutti i giorni della settimana, dalle ore 6 alle ore 22.