Divieto vendita bevande da asporto in bottiglia e lattine, dal 31 marzo al 3 aprile

berretto polizia municipale

Emesso un provvedimento che ordina nel periodo di Pasqua, nel territorio di Sciacca, il divieto di vendita di bevande da asporto in bottiglie di vetro o in lattine. Ai commercianti, da domani, A? consentita la vendita solo con la mescita sul posto. Divieto anche per i cittadini di portarsi al seguito i suddetti contenitori. Una��ordinanza sindacale A? stata emessa, ed A? in vigore, a seguito di una direttiva del Questore di Agrigento.

Ecco, nel dettaglio, le prescrizioni messe a punto dalla Polizia Municipale.

In tutto il centro urbano, A? vietato vendere bevande da asporto, alcoliche o non alcoliche, in bottiglie di vetro o in lattine, dalle ore 18 di sabato 31 marzo alle ore 6 di martedA� 3 aprile 2018. Il divieto di vendita A? per i titolari di pubblici esercizi, nonchA� per i titolari sia di distributori automatici di bevande che di esercizi commerciali su aree pubbliche, sia a posto fisso che itineranti.

Nei luoghi pubblici di tutto il centro urbano, inoltre, A? vietato a chiunque portare al seguito (al di fuori degli autoveicoli), bottiglie di vetro o lattine (anche vuote), dalle ore 18 di sabato 31 marzo alle ore 6 di martedA� 3 aprile 2018.

A? fatto obbligo ai titolari di esercizi pubblici e di attivitA� commerciali, sia a posto fisso che su aree pubbliche, situati nel territorio di Sciacca, di munirsi diA� appositi contenitori da collocare in corrispondenza della��ingresso delle stesse attivitA� di vendita onde evitare la��abbandono dei rifiuti.

Le infrazioni saranno punite con la sanzione amministrativa che va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.

Le Giornate Fai di Primavera 2018, il programma di Sciacca  

fai sciacca calendario 2

Visite guidate per monumenti e aree naturalistiche con ciceroni gli studenti di tutte le scuole superiori della città. E poi un’estemporanea di pittura e un recital di poesie. Sciacca partecipa così alle Giornate Fai di Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo, che il Fondo per l’Ambiente Italiano organizza da ventisei anni per tutelare, valorizzare, e anche scoprire, le bellezze storiche, architettoniche, artistiche e ambientali del nostro Paese.

Le iniziative di Sciacca, che vedono il sostegno del Comune e il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche, sono state presentate questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella Sala Giunta. Sono intervenuti l’assessore alla Pubblica Istruzione Annalisa Alongi, la referente locale del Fai Maria Desiree Tagliavia e i professori referenti delle scuole che hanno aderito: Rita Ferrara per gli istituti classico e artistico “Fazello” e “Bonachia”, Renata Castiglione del tecnico commerciale e professionale ”Arena”, Giuseppe Chiappisi del liceo scientifico “Fermi” e Fabrizio Ricotta dell’istituto alberghiero e agrario ”Amato Vetrano”.

Ogni scuola promuoverà attività di conoscenza che avranno al centro: l’ex chiesa di Santa Margherita, il complesso monumentale Santa Maria delle Giummarre, l’area naturale di Monte San Calogero, il Museo del Mare e della Attività Marinare.

“L’iniziativa – ha detto l’assessore Annalisa Alongi – ha lo scopo di dare grande risalto ai nostri tesori, inseriti nel catalogo nazionale del Fai. E di coinvolgere in una stimolante attività formativa i giovani che, dopo avere studiato a fondo, si trasformeranno in ciceroni guidando i visitatori alla scoperta dei monumenti che hanno avuto assegnato”.

giornate fai di primavera 2018 - sciacca conf stampa

IL PROGRAMMA

Le visite guidate sono previste, come già detto, sabato 24 e domenica 25 marzo, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 17 (con alcune eccezioni).

L’ex chiesa di Santa Margherita è affidata agli studenti del liceo classico “Fazello” e del liceo artistico “Bonachia”. Due giorni di visite guidate, come da programma, con in più un’estemporanea di pittura che si svolgerà sabato mattina. Gli artisti all’opera saranno gli allievi del “Bonachia”.

Il Museo del Mare e delle Attività Marinare, ospitato nel complesso monumentale del “Fazello”, avrà come ciceroni gli studenti degli indirizzi nautico e turistico dell’istituto “Don Michele Arena”. Due giorni di visite, con in più un recital dell’attore Santo D’Aleo che domenica alle ore 11 reciterà poesie del poeta Vincenzo Licata.

Il Monte Kronio, con i suoi luoghi sacri, termali e naturalistici, avrà come ciceroni gli studenti dell’istituto agrario e alberghiero “Amato Vetrano”, sabato e domenica dalle ore 9 alle ore 13. Questi i siti interessati: Basilica di San Calogero, Grotta del Santo eremita, Antiquarium di Monte Kronio, Grotta della Nobildonna, Riserva naturale orientata, pineta di San Calogero.

Il complesso monumentale Santa Maria delle Giummare avrà come ciceroni gli studenti del liceo scientifico e linguistico “Enrico Fermi”. Mete delle visite guidate saranno la chiesa, lo spazio antistante il sagrato dove c’è la grotta con la Madonna di Lourdes, il monastero. In presenza di visitatori stranieri, gli studenti dell’indirizzo linguistico parleranno in francese, inglese e tedesco.

Erasmus, sindaco Valenti e assessore Alongi accolgono gli studenti della “Scaturro”

erasmus scaturro

Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla Pubblica Istruzione Annalisa Alongi hanno ricevuto questa mattina al Comune di Sciacca gli studenti dell’istituto comprensivo “Dante Alighieri”, in partenza per la Bulgaria col progetto “Erasmus”  di mobilità studentesca nei paesi europei.

Si tratta di studenti delle classi “B” e “D” del plesso “Scaturro”, accompagnati dall’insegnante di francese Antonina Frisco, coordinatrice per l’Italia dell’Erasmus. Dopo le esperienze di interscambio con studenti di Portogallo, Francia e Polonia – hanno spiegato – gli studenti andranno a giorni in Bulgaria per completare le attività di un progetto iniziato lo scorso anno.

Nell’augurare un buon viaggio e una proficua permanenza in Bulgaria, il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla Pubblica Istruzione Annalisa Alongi si sono complimentati con gli studenti, la scuola e gli insegnanti per questa attività molto stimolante e che apre ai giovani nuovi orizzonti di formazione, di crescita, di tolleranza, di umanità. Esperienze che rimangono per tutta la vita e che sono la dimostrazione di una scuola viva.

Distretto turistico, torna a Sciacca la presidenza 

sciacca dal porto 3

Torna alla città di Sciacca la presidenza del distretto turistico che raggruppa 18 comuni delle province di Agrigento, Trapani e Palermo, e diverse aziende private. È il distretto denominato “Selinunte, Belìce e Sciacca Terme”. È quanto rendono noto il sindaco Francesca Valenti e il vicesindaco e assessore al Turismo Filippo Bellanca nel condividere il percorso delineato, ad Agrigento, dal neo costituito comitato del coordinamento regionale dei distretti turistici della Sicilia.

La decisione di Sciacca nuovo capofila del distretto, dopo Castelvetrano, è stata assunta nel corso dell’ultima assemblea.

“Nostro obiettivo primario – dichiarano il sindaco Valenti e l’assessore Bellanca – sarà quello di rilanciare questi strumenti di programmazione, progettualità, promozione e sviluppo del territorio. Abbiamo condiviso il documento sottoscritto ad Agrigento dai distretti siciliani e, soprattutto, la necessità di un confronto serio col governo regionale su temi fondamentali per il rilancio turistico territorio, tracciando nuovi percorsi, anche normativi, che vedano protagonisti la Regione Siciliana con il proprio assessorato al Turismo e gli stessi distretti, in una logica di maggiore interazione e con un obiettivo comune: portare avanti il brand, il marchio Sicilia, con le migliori risorse ed energie di ogni singola sua imprescindibile parte. Il comitato, di cui Sciacca fa parte, avrà questo preciso compito: rappresentare meglio le istanze di tutti i territori dell’isola e aprire una discussione con la Regione che dia nuovo impulso ai distretti turistici”.