Emergenza randagismo, le richieste del sindaco Valenti alla Regione

randagismo incontro con asp e associazioni

a�?La Regione Siciliana dia al Comune di Sciacca gli strumenti necessari per contrastare efficacemente il fenomeno del randagismoa�?. Il sindaco Francesca Valenti ha inviato una nuova richiesta, piA? circoscritta, indirizzata al presidente della Regione Siciliana, alla��assessore regionale alla Salute, al presidente della��Assemblea Siciliana, al presidente della VI Commissione della��Ars, alla��Asp di Agrigento, dopo a�?la��esecrabile avvelenamento di 25 cani in una��area privata di contrada Muciarea�?.

Il sindaco ha chiesto, in particolare, a�?un intervento immediato per far fronte alla crisi tramite la messa a disposizione di stalli in strutture autorizzate, sia pur non convenzionate con il Comune, e/o tramite la��autorizzazione a utilizzare aree comunali, in collaborazione con le associazioni, per la temporanea accoglienza degli animali nelle more che gli stessi possano essere sterilizzatia�?.

Per il sindaco Francesca Valenti, che negli ultimi giorni ha tra la��altro incontrato associazioni animaliste e naturaliste, e medici della��Ufficio Veterinario della��Asp, a�?A? necessario assicurare idonea tutela ai cani randagi e vaganti che si trovano sul territorioa�? ed a�?A? urgente procedere a una campagna piA? ampia e veloce di microchippatura e sterilizzazionia�?, dopo il primo soccorso veterinario e la vaccinazione degli animali.

Nella nota al governo regionale, il sindaco fa presente che le strutture convenzionate con il Comune di Sciacca a�?ospitano 229 cani che pare possano essere adottati ma non reimmessi nel territorioa�?. a�?I posti disponibili per accogliere gli animali al fine della loro sterilizzazione a�� spiega a�� sono solo in numero di 20 e, quindi, assolutamente insufficienti e inadeguatia�?.

Da qui la richiesta della disponibilitA� di nuove strutture o di nuove aree.

Maltempo, interventi per ripristino impianti e viabilità

comune di sciacca con palme da sotto piazza scandaliato

Il maltempo delle ultime ore ha provocato danni e criticità agli impianti e alla viabilità. L’ufficio di Protezione Civile del Comune è ancora al lavoro per ripristinare le condizioni di sicurezza, liberando le strade dal fango e dai detriti.

È quanto rendono noto il sindaco Francesca Valenti e gli assessori Gioacchino Settecasi (Servizi a Rete e Patrimonio) e Giuseppe Neri (Lavori Pubblici e Protezione Civile).

“Personale comunale – comunicano il sindaco Valenti e gli assessori Settecasi e Neri – è impegnato da ore su diversi fronti. Abbiamo anche coinvolto operatori del settore per mettere in sicurezza la viabilità, come nel caso della Via Lido. Con il gestore del servizio di pubblica illuminazione, si sono rimossi due pali divelti. Una squadra, in contrada Pio Tabbasi, sta cercando di liberare da ogni ostruzione il ponticello Tummiolo. Si stanno verificando i sistemi di smaltimento dei quartieri, come nel caso di località Ferraro. Gli interventi, in questa fase, mirano a eliminare ogni pericolo per la pubblica incolumità cercando di ripristinare la funzionalità degli impianti e la percorribilità delle strade”.