Il 50° anniversario del sisma nella Valle del Belice, il sindaco Valenti: “Sciacca coinvolta dalla tragedia”

Comune sciacca con bandiere

“La comunità di Sciacca si sentì coinvolta da quella tragedia, avendola percepita non solo fisicamente, ma anche dal punto di vista umano, come dimostrò anche qui la necessità di realizzare una baraccopoli, così come dimostrò il ruolo centrale avuto dall’ospedale definito ’il più efficiente centro sanitario della zona terremotata”. È uno dei passaggi della lettera che il sindaco di Sciacca Francesca Valenti ha inviato al sindaco di Partanna in occasione delle celebrazioni del 50° anniversario del sisma che ha colpito la Valle del Belice, celebrazioni che vedranno la presenza del Capo dello Stato.

Ecco di seguito l’intero contenuto della lettera del sindaco Francesca Valenti in cui si esprime anche il rammarico per il non coinvolgimento del Comune di Sciacca alla manifestazione di inaugurazione delle commemorazioni del triste evento:

 

“Pregiatissimo Collega,

considero altamente qualificante, ai fini della valorizzazione della memoria storica, la presenza nel Tuo Comune del Signor Presidente della Repubblica On. Sergio Mattarella per l’avvio delle manifestazioni relative al 50° anniversario del terremoto che nel 1968 devastò numerosi comuni della Valle del Belice.

Una tragedia che, cinquant’anni dopo, può ancora rappresentare un momento di doverosa riflessione per l’intera comunità nazionale. Quel dramma, attorno a cui negli anni, purtroppo, si sono associate ingiustizie ed alimentate strumentalizzazioni, non coinvolse solo le popolazioni direttamente colpite dal sisma, ma un intero territorio, quello circostante che, più o meno indirettamente, fu testimone di straordinari esempi di solidarietà e soccorso.

In tal senso, permettimi di ricordare, anche la comunità di Sciacca, che ho l’onore di rappresentare, si sentì coinvolta da quella tragedia, avendola percepita non solo fisicamente, attraverso le oscillazioni del terreno, ma anche dal punto di vista umano, come dimostrò anche qui la necessità di realizzare una baraccopoli, così come dimostrò il ruolo centrale avuto dall’ospedale, non a caso definito da un giornalista del Corriere della Sera, in una delle sue corrispondenze dell’epoca più significative, “il più efficiente centro sanitario della zona terremotata”.

Un articolo, ripreso e restituito alla pubblica riflessione qualche giorno fa dal giornale online Risoluto.it, che ben testimonia il ruolo avuto dai medici del nosocomio di Sciacca, allora capeggiati dal compianto dottor Giuseppe Ferrara, dove furono ricoverati decine e decine di feriti, costringendo i chirurghi a interventi senza sosta in sala operatoria. Insomma: ancorché senza morti né feriti tra i suoi cittadini, anche Sciacca fu vittima di quel terremoto.

E, a nome della comunità di Sciacca, non posso non manifestarTi tutto il mio rammarico per il fatto che il Coordinamento dei Sindaci da Te presieduto non abbia ritenuto di coinvolgere anche il mio Comune alla manifestazione di inaugurazione delle commemorazioni alla presenza del Capo dello Stato. Invano, in questi giorni, ho atteso una lettera o una telefonata. Non posso non esternarTi il mio disappunto per questa decisione o dimenticanza. In ogni caso, Ti prego di estendere il saluto della comunità di Sciacca al Presidente Mattarella”.

Carnevale di Sciacca, il manifesto ufficiale dell’edizione 2018

carnevale di sciacca 2018 - TESTATA

Ecco il manifesto ufficiale del Carnevale di Sciacca edizione 2018. Raffigura il carro allegorico vincitore della scorsa edizione della festa, “Raggi di luce”, in uno scatto di Stefano Siracusa de l’AltraSciacca Foto.

Sullo sfondo si nota il Palazzo Steripinto, antico e prezioso edificio che si erge alla fine di Corso Vittorio Emanuele, lungo il tradizionale percorso del corteo mascherato. In alto, i loghi di organizzatori, promotori, sostenitori, sponsor. Sotto la testata “Carnevale di Sciacca” con a fianco la maschera simbolo del Peppe Nappa, il link del sito internet istituzionale del Comune di Sciacca e a seguire i siti e i profili social amici della festa. 

Il Carnevale di Sciacca è in programma dall’8 al 13 febbraio 2018. 

carnevale di sciacca 2018 - manifesto 1 ridotto

 

Carnevale di Sciacca con sostenitori d’eccezione: Conad Sicilia e Gesap-Aeroporto Palermo

carnevale di sciacca 2018 - peppe nappa

L’edizione 2018 del Carnevale di Sciacca annovera tra i propri sostenitori due nuove e importanti società: la Conad Sicilia e la Gesap-Aeroporto di Palermo. È quanto comunicano il sindaco Francesca Valenti e il vicesindaco e assessore al Turismo e allo Spettacolo Filippo Bellanca.

“Il Comune di Sciacca – spiegano il sindaco Valenti e il vicesindaco Bellanca – ha definito nelle scorse ore un accordo di sponsorizzazione per l’edizione 2018 del Carnevale di Sciacca. Partner della manifestazione sarà Conad Sicilia, noto gruppo della grande distribuzione alimentare. La Conad Sicilia – così come la Gesap, società che gestisce l’aeroporto “Falcone-Borsellino” di Palermo – ha ritenuto l’evento saccense utile strumento di promozione della propria attività, abbinando il proprio marchio a quello della festa. Con la Gesap, abbiamo già programmato l’avvio di una campagna promozionale dell’edizione 2018 del Carnevale di Sciacca all’interno degli spazi dell’aeroporto di Palermo. Si chiude così, positivamente, un’interlocuzione avviata da tempo dall’Amministrazione comunale. Ringraziamo le due società per avere creduto nello storico Carnevale di Sciacca e avere iniziato un rapporto che, auspichiamo, sia proficuo e duraturo”.

“C’è anche una conferma di collaborazione – aggiungono – con  la compagnia italiana di navigazione Tirrenia. Sono state inoltre attivate collaborazioni proficue con diverse associazioni, enti e personaggi che operano nel territorio, sempre con l’obiettivo di promuovere in modo intenso la manifestazione”.

Il sindaco Valenti e il vicesindaco Bellanca rendono, inoltre, noto che è andato in stampa il progetto grafico del manifesto ufficiale del Carnevale di Sciacca. È un servizio curato dalla società Scirocco, previsto nel bando pubblico per l’assegnazione a una ditta esterna di una serie di servizi connessi alla manifestazione. Il manifesto 2018 raffigura il carro allegorico vincitore della scorsa edizione della festa con sullo sfondo uno dei più noti e preziosi beni artistici e architettonici della Città di Sciacca: il Palazzo Steripinto. Sarà così anche per i manifesti delle prossime edizioni del Carnevale di Sciacca. Il carro vincitore di quest’anno, fornirà l’immagine da inserire nel manifesto ufficiale dell’edizione 2019. Lo scatto inserito nel manifesto 2018 è di Stefano Siracusa.

Impegnato in questi giorni, con gli uffici, nell’organizzazione dell’evento, il vicesindaco Filippo Bellanca sta visitando i luoghi dove sono in corso le operazioni di realizzazione delle strutture in cartapesta che parteciperanno al concorso dei carri allegorici: “Le impressioni sono positive, i carri avranno un’ottima fattura. Sarà un’edizione del Carnevale di Sciacca di notevole qualità artistica”.

Fervono, infine, i preparativi per mettere a punto tutti gli altri aspetti della complessa macchina del Carnevale di Sciacca. Si stanno facendo diverse riunioni, ad esempio, per definire con gli uffici comunali, e altri organismi esterni, il Piano di Sicurezza nel rispetto delle ultime e rigorose normative.