Reddito di inclusione, Sciacca sede di una giornata di studio e approfondimento  

 

 

atrio inferiore comune

La città di Sciacca sede di una giornata di studio interprovinciale sul “Reddito di Inclusione”, misura di contrasto alla povertà che entrerà in vigore il primo gennaio 2018. Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alle Politiche Sociali Annalisa Alongi rendono noto che il Comune di Sciacca e l’assessorato regionale alla Famiglia hanno organizzato un incontro per lunedì prossimo, 4 dicembre 2017, dalle ore 9,30 alle ore 14,00 nella Sala degli Archi della Badia Grande, locali messi a disposizione dalla società Vertigo.

L’iniziativa è rivolta, tra gli altri, ad amministratori e funzionari dei Comuni delle province di Agrigento e Trapani, ai rappresentanti dei relativi Distretti socio-sanitari.

Il Reddito di Inclusione (Rei) – spiegano gli organizzatori – andrà a sostituire il Sostegno per l’inclusione attiva (Sia) e l’Asdi (Assegno di disoccupazione) dall’inizio del prossimo anno. Nella fase di passaggio dal Sia al Rei, molti Comuni hanno presentato al Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali numerose richieste di chiarimento e approfondimento su diversi aspetti come ad esempio: procedure sulla presentazione delle istanze all’Inps, presa in carico del nucleo beneficiario e definizione del progetto personalizzato, costituzione delle equipe multidisciplinari.

Per chiarire, dunque, l’intera materia e agevolare così l’operatività dei servizi sociali, si è ritenuto opportuno promuovere nei territori dei momenti di studio.

Valutazione del rischio sismico nelle scuole, undici richieste di finanziamento

comune di sciacca con palme da sotto piazza scandaliato

La Giunta comunale di Sciacca ha approvato 11 progetti per la sicurezza delle scuole cittadine di propria competenza. E più in particolare per l’esecuzione di indagini diagnostiche e altre verifiche tecniche per la valutazione del rischio sismico egli edifici. Ne danno comunicazione il sindaco Francesca Valenti, l’assessore all’Edilizia Scolastica Gioacchino Settecasi e l’assessore alla Pubblica Istruzione Annalisa Alongi dopo la presentazione delle relative istanze di finanziamento nell’ambito dell’Asse 10 Azione 10.7.1 del PO FESR 2014-2020,

La Giunta – spiegano – ha dato il via libera alle operazioni previste nell’Avviso emesso dal dirigente del Dipartimento regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale “per l’assegnazione di contributi a regia regionale per l’esecuzione di indagini diagnostiche e effettuazione delle verifiche tecniche finalizzate alla valutazione del rischio sismico degli edifici scolastici, nonché al consequenziale aggiornamento della relativa mappatura, previste dall’OPCM n. 3274 dfel 20 marzo 2003”.

L’avviso ha lo scopo di fornire agli Enti Locali le risorse e gli strumenti per eseguire accurate indagini sulle scuole, aggiornare le informazioni sugli edifici che le ospitano, e assumere le conseguenti decisioni.

Una opportunità che come Amministrazione abbiamo voluto cogliere senza esitazioni – dichiarano il sindaco Valenti e gli assessori Settecasi e Alongi – per dare maggiore sicurezza alle famiglie e agli studenti che frequentano le aule delle nostre scuole.

PO FESR 2014-2020, progetto Centro Sportivo tra i progetti ammissibili

sciacca dal porto 3

Ha superato il primo step dell’iter di finanziamento il progetto del Comune di Sciacca per l’area sportiva di contrada Perriera, che su direttiva di questa Amministrazione include il pallone tenda e i campi da tennis. È quanto comunicano il sindaco Francesca Valenti e gli assessori alle Politiche Sociali Annalisa Alongi e al Patrimonio Gioacchino Settecasi.

Il dirigente generale del Dipartimento regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali ha, infatti, emesso il decreto con cui comunica gli esiti dell’istruttoria e l’approvazione dell’elenco delle domande ammissibili, non ricevibili e non ammissibili alla fase di valutazione tecnico-finanziaria dell’avviso azione 9.6.6 del PO FESR 2014-2020.

E il Comune di Sciacca risulta nella categoria degli ammissibili col progetto  denominato “Ristrutturazione di un immobile di proprietà pubblica ai fini della realizzazione di spazi aggregativi legati alle attività di quartiere e di riqualificazione di aree per attività sportive collettive del Centro Sportivo Polivalente sito in località Perriera”.

La misura di finanziamento è denominata: “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”.

Il progetto, redatto dall’Ufficio Lavori Pubblici, è stato presentato lo scorso mese di agosto, dopo gli incontri promossi da questa Amministrazione comunale sin dall’inizio del proprio insediamento con le realtà locali: associazioni culturali, sportive e sociali, comitati di quartiere, scuole, enti e operatori interessati all’attuazione o fruizione degli interventi.

L’Amministrazione comunale – concludono il sindaco Valenti e gli assessori Alongi e Settecasi – continuerà la propria attività per definire le progettualità da presentare nell’ambito della seconda finestra del bando, prevista nella primavera del 2018.

Scuola Catusi, può essere riavviato l’iter per l’affidamento dei lavori

 

MUNICIPIO SCIACCA PIAZZA SCANDALIATO

“Può essere riavviato l’iter per la realizzazione dei lavori della scuola materna di via Catusi. Non c’è, dunque, più pericolo di perdere il finanziamento per le nuove opere”. È quanto comunicano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Edilizia Scolastica Gioacchino Settecasi:

“L’Amministrazione comunale ha profuso il massimo dell’impegno per venire a capo di una situazione che poteva ingarbugliarsi, e che ha rischiato di perdere il finanziamento per la ristrutturazione della scuola dopo le operazioni di gara concluse nel luglio del 2016. Siamo pure andati a Roma, al Ministero della Pubblica Istruzione. I lavori non sono iniziati per una serie di criticità sopravvenute che non hanno permesso di stipulare il contratto con la ditta aggiudicataria dell’appalto. C’è stato negli ultimi mesi un giro di corrispondenze che ha interessato il Comune di Sciacca, il Dipartimento regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I nostri uffici hanno fornito lo scorso ottobre il chiarimento richiesto per la ripresa dell’iter. Il Dipartimento regionale ha risposto favorevolmente. Il dirigente del Settore Patrimonio Aldo Misuraca ha preso atto della comunicazione e in particolare del fatto che può essere riavviato il procedimento per l’affidamento dei lavori della scuola materna di via Catusi con la stipula del relativo contratto, la consegna del cantiere e la stipula dei lavori. Un’importante svolta”.