25 novembre, la Città di Sciacca contro la violenza sulla donna

vetrina ufficio turistico

Istituzioni, club service, artisti. La Città di Sciacca contro la violenza sulle donne, con molteplici iniziative e in più siti, questa sera a partire dalle ore 19 e fino alla mezzanotte. Una manifestazione con un obiettivo preciso: raccogliere fondi per istituire delle borse lavoro in favore di donne che hanno subito violenza fisica o psicologica.

L’iniziativa ha il supporto del Comune di Sciacca ed è organizzata dal “Rotary Club”, “Lions Club Sciacca Terme”, “Kiwanis”, “Inner Wheel”, “Fidapa” e “Lions Club Sciacca Host”. Partner dell’iniziativa sono il locale sportello antiviolenza “Fenice”, l’Asp di Agrigento e l’Istituto Alberghiero “Amato Vetrano”.

Appuntamenti con concerti musicali, con esibizioni teatrali, con danze, con varie mostre e anche degustazioni: al Museo Scaglione, al complesso Monumentale di Santa Margherita, al complesso monumentale del Fazello, nella Sala Blasco del Palazzo Municipale, al Circolo di Cultura e al Circolo Garibaldi, piazza Scandaliato e Piazza Matteotti.

Il sindaco Francesca Valenti e tutti gli assessori della Giunta ringraziano quanti si sono prodigati in queste settimane per l’organizzazione di questo evento che ha un importante supporto dell’Istituzione comunale che ha messo a disposizione spazi e personale di tanti settori. Un ringraziamento a tutti i club service per avere proposto e messo in piedi un’iniziativa di così grande spessore, tutti gli artisti che daranno il proprio contributo di emozioni e di denuncia, i commercianti che questa sera rimarranno aperti fuori dagli orari tradizionali, tutti i partner e gli sponsor e la Croce Rossa Italiana per l’attività che metterà in campo.

Per dare un segnale, l’Amministrazione comunale ha intanto dato corso a un’iniziativa. Il sindaco Francesca Valenti e il vicesindaco Filippo Bellanca rendono noto infatti che già da alcuni giorni la vetrina dell’ufficio turistico del Comune ha un allestimento speciale. Tra vasi di ceramica artistica, si erge una scarpa gigante di cuoio, di colore rosso, opera dell’artigiano saccense Giuseppe Sutera. E c’è anche il manifesto con una rosa e la scritta “Nemmeno con un fiore”.

notte rosa 2