“Reset porto”, il ringraziamento del sindaco Valenti e dell’ass. Mandracchia ai volontari

 

porto di sciacca e città

Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Ambiente Paolo Mandracchia ringraziano quanti lo scorso sabato hanno aderito e partecipato all’operazione “Reset” per la pulizia del porto.

“È stata – dichiarano – una straordinaria dimostrazione di sensibilità, di amore nei confronti della città in cui tutti viviamo. Si è passati dalle parole ai fatti, dalle intenzioni alle azioni concrete, lasciando a casa ogni polemica. Un gesto esemplare che deve avere il potere di contagiare altri ad avere lo stesso impegno, la stessa serietà e lo stesso riguardo per i beni pubblici. Un gesto che deve anche sensibilizzare quanti, invece di seguire modalità civili per disfarsi dei rifiuti, li abbandonano colpevolmente nel territorio creando problemi igienico-sanitari e un imperdonabile danno all’immagine alla città”.

“L’operazione ‘Reset’, promossa dal comandante del Circomare Sebastiano Sgroi e dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Sciacca, e a cui hanno aderito tante associazioni, società, semplici volontari tra cittadini e amministratori – aggiungono il sindaco Francesca Valenti e l’assessore Mandracchia – è stata, dunque, una bella dimostrazione di unità. In tanti uniti da un obiettivo comune e importante: la pulizia e il recupero del decoro dell’area portuale, luogo di lavoro delle nostre marinerie e sito di attrazione turistica. Si sono riempiti qualcosa come centocinquanta sacchi con rifiuti di ogni sorta, raccolti sulla terraferma, nei fondali e nella superficie dello specchio d’acqua grazie ai sub e a una barca fornita da una società, la ditta Abruzzo che ringraziamo a tutti i volontari, uomini e donne, della ditta Sea Bono, delle cooperative Pescatori e Madonna del Soccorso, del Servizio Igiene dell’Asp, della San Paolo Consulting, delle associazioni Sciacca Pulita e Mareamico, della Croce Rossa Italiana, dell’associazione Marinai d’Italia e del Circomare con cui abbiamo preparato e organizzato questa giornata di civiltà per restituire il giusto decoro al nostro porto”.