In memoria di Giovanni Fazio, vittima del dovere

Giovanni Fazio - ricordo 5

Un esempio per tutti il concittadino Giovanni Fazio, ligio al dovere, vittima del servizio; un esempio per tutti anche i familiari che, con dignità e sempre rispettosi delle Istituzioni, hanno affrontato l’inconsolabile dolore della tragedia. È quanto ha sottolineato il sindaco Francesca Valenti nel giorno del ricordo di un agente della Polizia Municipale, nativo di Sciacca, ucciso a Palma di Montechiaro per un motivo che ancora si sconosce, così come non si conoscono i responsabili. Un delitto per il quale si chiede ancora giustizia.

Giovanni Fazio - ricordo 2

Il sindaco Francesca Valenti e il presidente del Consiglio comunale Pasquale Montalbano hanno voluto oggi promuovere due momenti commemorativi nel ventennale della barbara uccisione di Giovanni Fazio, avvenuta a Palma di Montechiaro, dove prestava servizio, il 21 settembre 1997. Una messa in suffragio è stata officiata in Chiesa Madre dall’arciprete don Carmelo Lo Bue che venti anni fa svolgeva la propria missione sacerdotale proprio a Palma di Montechiaro, nella chiesa attigua al comando della Polizia Municipale. Don Carmelo Lo Bue ha ricordato l’alba dopo l’omicidio e quel vigile urbano che vedeva la mattina in fondo alla sua chiesa raccogliersi in preghiera prima di andare a lavorare.

Giovanni Fazio - ricordo 1

A seguire la messa in suffragio nella Basilica di Sciacca, autorità, rappresentanti delle Forze dell’Ordine, della magistratura e delle associazioni in armi, i colleghi della Polizia Municipale di Sciacca anche quelli in pensione, assessori, consiglieri comunali, i familiari di Giovanni Fazio: la moglie Antonella Montalbano, il figlio Michele, la sorella Pina, il cognato, la nipote, gli amici.

Giovanni Fazio - ricordo 3

Ha chiuso la giornata del ricordo una cerimonia all’ingresso del comando della Polizia Municipale in Via Figuli, presso l’ex Motel Agip. Una corona di fiori è stata deposta sotto la targa realizzata qualche anno fa in occasione dell’intestazione del comando saccense proprio a Giovanni Fazio.

Giovanni Fazio - ricordo 6

Dopo un momento di raccoglimento, di preghiera e di benedizione dell’arciprete, sono seguiti gli interventi di Antonella Montalbano e del sindaco Francesca Valenti. È stato ricordato il compagno, l’uomo, il padre, il servitore dello Stato, una figura esemplare in tutti i sensi.

giovanni fazio

 

Carnevale di Sciacca 2018, parte la macchina organizzativa

maschera carnevale di sciacca

“L’incontro con le associazioni culturali della città che costruiscono carri allegorici è stato proficuo e di fatto mette in moto in modo operativo la macchina del Carnevale di Sciacca 2018”. È quanto dichiarano il sindaco Francesca Valenti e il vicesindaco e assessore allo Spettacolo e al Turismo Filippo Bellanca dopo la riunione di ieri tra carristi e Amministrazione comunale.

“In questo nostro primo confronto istituzionale con i carristi – continuano – abbiamo avuto modo di verificare quanto già sapevamo: e cioè la disponibilità al dialogo delle maestranze che sono in prima linea nella valorizzazione della nostra grande e antica tradizione e il loro amore per la festa e per la città. Abbiamo avuto modo di esporre le nostre nuove idee e le esigenze tecniche, organizzative e finanziarie della prossima edizione della manifestazione. Abbiamo informato le associazioni della scelta di redigere un bando che preveda cinque carri e due minicarri, una decisione scaturita anche dalle richieste di tanti giovani, ma pure dalla considerazione che è arrivato il momento di ridare linfa a nuove generazioni di carristi”.

“Vogliamo valorizzare la festa e usare le risorse in maniera più equilibrata – affermano ancora il sindaco Francesca Valenti e il vicesindaco Filippo Bellanca –. Stiamo inoltre pensando a idee innovative per autofinanziare la festa e soddisfare anche le esigenze economiche delle associazioni e del Comune. Tra le altre novità importanti, quella di prevedere un solo week end di sfilate ed esibizioni. Forse qualcuno storcerà il naso, ma ci sono state richieste pressanti in tal senso da parte delle famiglie e del mondo della scuola, con gli istituti che da novembre – ricordiamo – saranno sede di seggi elettorali in ben tre tornate: regionali, provinciali e nazionali. Per cui è stata una scelta di buon senso. Riteniamo, inoltre, che in tal modo si verrà incontro alle esigenze delle forze dell’ordine, impegnate ogni anno in un duro e lungo lavoro di prevenzione. Non abbiamo previsto spettacoli diversi da quelli strettamente carnevaleschi, per cui non ci saranno concerti con costi extra e nemmeno fuochi d’artificio conclusivi. Per noi il Carnevale di Sciacca deve essere strettamente legato alla tradizione e la storia ci insegna che lo spettacolo che conclude la manifestazione, anch’esso unico e suggestivo, sarà solo quello del rogo del Peppe Nappa”.

“Siamo molto soddisfatti della disponibilità dei carristi – concludono il sindaco Valenti e il vicesindaco Bellanca – e siamo convinti che un continuo confronto di idee ci aiuterà a migliorarci. Nelle prossime settimane ci saranno ulteriori incontri, ulteriori dettagli organizzativi sono in fase di elaborazione e siamo disponibili alla collaborazione da parte di chiunque ha a cuore la festa e allo stesso tempo vuole che la stessa crei occasioni di lavoro, di crescita culturale e di valorizzazione del turismo”.

In pagamento i contributi per i libri di testo dell’anno scolastico 2014/2015

libreria

L’assessore alla Pubblica Istruzione Annalisa Alongi comunica che sono in pagamento i contributi per la fornitura, gratuita o semigratuita, dei libri di testo (legge 448/98). Il beneficio viene concesso alle famiglie di studenti, aventi diritto, che hanno frequentato le scuole medie e le scuole superiori nell’anno scolastico 2014/2015.

Il contributo si riscuote presso qualsiasi sportello bancario dell’Unicredit, tesoreria del Comune di Sciacca. I beneficiari debbono presentarsi con un documento di identità e il codice fiscale.

Manifestazione commemorativa in ricordo di Giovanni Fazio, ucciso venti anni fa a Palma di Montechiaro

giovanni fazio

Il sindaco Francesca Valenti e il presidente del Consiglio comunale Pasquale Montalbano hanno promosso una manifestazione commemorativa in ricordo di Giovanni Fazio, saccense, agente della Polizia Municipale, ucciso il 21 settembre 1997 a Palma di Montechiaro dove prestava servizio.

Aveva 36 anni, era sposato e padre di un figlio.

Sono trascorsi venti anni dall’assassinio e ancora Giovanni Fazio e i suoi familiari attendono giustizia.

Le Istituzioni comunali hanno voluto promuovere un momento di ricordo, di concerto con la famiglia. Si svolgerà a Sciacca, la città nativa di Giovanni Fazio, nel giorno in cui ricade il ventennale dell’omicidio, giovedì prossimo, 21 settembre 2017.

Alle ore 9, ci sarà una messa in suffragio in Chiesa Madre, officiata da mons. Carmelo Lo Bue. Alle ore 10,00, presso il comando della Polizia Municipale a lui dedicato, nella sede di Via Figuli, presso l’ex Motel Agip, ci sarà una deposizione di corona di fiori con interventi commemorativi.