Trasporto scolastico alunni anno 2017-2018, domande entro il 21 agosto

comune di sciacca con palme da sotto piazza scandaliato

L’assessore all’Istruzione e alle Politiche Sociali Annalisa Alongi comunica che è stato prorogato il termine per la presentazione delle domande per usufruire del  servizio di trasporto scolastico, urbano ed extraurbano, relativo all’anno 2017-2018, con diritto al rimborso degli abbonamenti secondo fasce di reddito prestabilite.

Le domande potranno essere presentate, su apposito modulo, entro il prossimo 21 agosto 2017, presso gli uffici della Pubblica Istruzione  di Via Santa Caterina o tramite posta elettronica all’indirizzo certificato sviluppoeconomico@legalmail.it.

I seguito i link per leggere e scaricare gli avvisi e lo schema di domanda.

LINK

AVVISO PROROGA

PRIMO AVVISO CON SCHEMA DOMANDA 

Processione della Madonna del Soccorso, i dettagli del Piano di Sicurezza

festa della madonna del soccorso

Sciacca si organizza e prepara per il Ferragosto, tra momenti di intrattenimento e momenti di fede. Musica, giochi d’artificio e la processione del simulacro della Madonna del Soccorso, protettrice della città, per le vie del centro storico. Un evento, quello religioso, che, dopo i fatti di Torino e le rigorose disposizioni sulla pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno,  quest’anno avrà delle novità così come definite nel Piano di Sicurezza predisposto dal Comune di Sciacca e che ha avuto l’avallo del Commissariato di Polizia, delegato dalla Questura di Agrigento. Novità illustrate in conferenza stampa questa mattina indetta dal vicesindaco e assessore alla Sicurezza Urbana Filippo Bellanca, insieme agli assessori alla Polizia Municipale Paolo Mandracchia, alla Protezione Civile Giuseppe Neri, al Patrimonio e alle Infrastrutture Viarie Gioacchino Settecasi.

assessori bellanca neri mandracchia settecasi piano sicurezza madonna soccorso

Presenti anche i funzionari e i dipendenti dei vari settori dell’Ufficio Tecnico che hanno redatto il Piano di Emergenza, il primo in assoluto per questo evento e tra i primi in Italia. Alle norme antiterrorismo (che prevedono la collocazione di blocchi in cemento armato nei punti di accesso del centro storico e a protezione dell’area della processione della Madonna del Soccorso), si sono aggiunte le prescrizioni per l’ordine e la sicurezza pubblica contenute nelle recenti circolari dei Prefetti Gabrielli e Morcone al solo fine di tutelare i partecipanti a grandi manifestazioni.

Sono stati individuati i punti critici che avranno una attenzione speciale, saranno istituiti dei cordoni umani per evitare assembramenti, saranno eliminati gli ostacoli (sedie e tavoli ecc.) lungo i marciapiedi, saranno creati dei punti di raccolta, ci saranno delle vie di fuga e presidi medici, saranno coinvolti volontari di protezione civile in tutto il percorso che vedrà la presenza delle Forze dell’Ordine. Le autorità cittadine hanno illustrato alla stampa punto per punto tutti i dettagli del piano le novità invitando i fedeli a rispettare le prescrizioni e le indicazioni che daranno gli addetti alla vigilanza, per il sereno svolgimento della festa.

segnaletica madonna del soccorso 1

Di seguito la planimetria generale, la segnaletica che sarà collocata nel percorso e la relazione redatta dall’Ufficio Tecnico comunale (a cui bisogna aggiungere l’ultima modifica concordata con il Commissariato: con il non posizionamento dei blocchi al Viale della Vittoria e Via Figuli, con lo spostamento del blocco di Via Agatocle all’intersezione della stessa strada con la Via Figuli).

PDF Planimetria Piano di Sicurezza Processione Madonna del Soccorso

PDF Relazione Piano di Sicurezza Processione Madonna del Soccorso

segnaletica madonna del soccorso 2    segnaletica madonna del soccorso 4

segnaletica madonna del soccorso 5     segnaletica madonna del soccorso 3

Raccolta differenziata rifiuti, ordinanze per l’uso di sacchi e sacchetti biodegradabili

cassonetti blu rifiuti

Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Ambiente Paolo Mandracchia hanno emesso due ordinanze sui rifiuti. La prima, la n. 39, prevede il “Divieto di fornire, distribuire e utilizzare per il conferimento della frazione organica, sacchetti non biodegradabili e non conformi alla norma UNI EN 13432”. La seconda ordinanza, la n. 40, ha per oggetto la “Raccolta della frazione organica dei rifiuti con l’utilizzo di sacchetti e sacchi biodegradabili e compostabili”.

Il primo provvedimento (ordinanza n.39) scaturisce dalla necessità di “salvaguardare l’ambiente attraverso una riduzione delle quantità di rifiuti indifferenziati, da attuarsi con il rafforzamento della raccolta differenziata” con il solo utilizzo di appositi sacchetti biodegradabili e a norma e non con sacchetti in plastica. Le autorità cittadine hanno stabilito, dunque, “il divieto assoluto di fornire ai consumatori, per l’asporto delle merci acquistate, sacchetti, buste e altri contenitori in plastica non biodegradabile e/o compostabili”. Stabilito anche “il divieto immediato di utilizzo di sacchetti in materiale plastico non biodegradabile per il conferimento dei rifiuti biodegradabili (scarti vegetali, umido, rifiuti di mense e cucine ecc.”.

L’ordinanza n. 40 ordina in maniera specifica le corrette modalità di smaltimento dei rifiuti. “Per la raccolta della frazione organica dei rifiuti (scarti di cucina, avanzi di cibo, alimenti avariati, gusci d’uovo, pane raffermo, salviette di carta unte, scarti di frutta e di verdura, fondi di caffè e filtri di tè, ceneri spente, piccole ossa) – ordina il provvedimento – dovranno essere utilizzati esclusivamente sacchi e sacchetti biodegradabili e compostabili, certificati a norma UNI EN 13432-2002”. “Tale utilizzo è obbligatorio sia da parte delle utenze domestiche che non domestiche (attività commerciali e alberghiere, condomini ecc.).

LEGGI LE ORDINANZE 

Ordinanza Sindacale n. 39 del 11.08.2017

Ordinanza Sindacale n. 40 del 11.08.2017

PO FESR, presentato progetto per riqualificazione impianti sportivi

 

municipio comune sciacca

Il Comune di Sciacca ha partecipato con un proprio progetto all’Azione 9.6.6 del PO FESR 2014-2020. È stato trasmesso alla Regione Siciliana – comunicano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore Annalisa Alongi – una richiesta di finanziamento per dare seguito a un intervento di miglioramento del centro polivalente sportivo che comprende la riqualificazione dei campetti da tennis e del pallone tenda del quartiere Perriera.

Il progetto è stato redatto dall’Ufficio Lavori Pubblici e presentato nell’ambito della misura 9.6.6. La misura è denominata “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”.

Il progetto è stato presentato nell’ambito della prima finestra della misura dall’Ufficio Sviluppo Economico, prima della scadenza del 17 agosto, a seguito dei cinque incontri promossi dall’Amministrazione comunale con le realtà locali: associazioni culturali, sportive e sociali, comitati di quartiere, scuole, enti e operatori interessati all’attuazione o fruizione degli interventi, che il sindaco Valenti e l’assessore Alongi ringraziano per il contributo.

Gli spunti emersi – dicono – ci serviranno per definire le ulteriori progettualità da presentare quando sarà aperta la seconda finestra del bando, nel febbraio 2018, dando seguito agli altri ambiti di interesse che l’Amministrazione comunale ha indicato nell’avviso pubblico dello scorso mese di luglio. Il lavoro, dunque, proseguirà, valutando altre istanze che giungeranno dalla comunità.