Ex linea ferrata, nuova opposizione del Comune di Sciacca a vendita lotti

sciaccapanoramica

a�?La destinazione urbanistica dei lotti messi in vendita A? quella di “Pista ciclabile”, aspetto di cui il bando non tiene contoa�?. Nuova opposizione del Comune di Sciacca alla decisione di Ferservizi di mettere in vendita lotti di terreno su cui passa l’ex tratta ferroviaria dismessa Castelvetrano-Porto Empedocle. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha indirizzato un’altra nota al responsabile della Zona Sud del Distaccamento Servizi Immobiliari di Ferservizi dopo aver ricevuto risposta alla prima opposizione, risalente al 10 novembre. Ferservizi ha risposto affermando che “le vendite giA� pubblicizzate rientrano coerentemente nel mandato conferito per la dismissione del patrimonio immobiliare”.

In una nota sottoscritta anche dai dirigenti dei Settori Urbanistica e Patrimonio, il sindaco Fabrizio Di Paola ha ribadito la richiesta di sospensione della vendita, ritenendo necessario un incontro in tempi brevi.A�

“Si ribadisce – scrive il sindaco – che i lotti in questione, la cui destinazione urbanistica prevista dal nuovo Prg A? di ‘Pista ciclabile e itinerari turistici’, sono da considerare di interesse pubblico in quanto rivestono grande valore storico, culturale, paesaggistico e turistico.A�Sugli stessi, peraltro, questa Amministrazione aveva programmato, sempre previo raggiungimento di opportune intese con il soggetto proprietario, la realizzazione di importanti iniziative di pubblico interesse, tra cui la pista ciclabile, inserite nel bando di finanziamento comunitario denominato ‘greenway‘, consentendo il raggiungimento di rilevanti obiettivi di promozione della cittA� e valorizzazione del patrimonio paesaggistico del territorio. La superiore centralitA� A? ribadita ed assunta, per finalitA� funzionali e strategiche, nelle previsioni contenute nel nuovo strumento urbanistico generale che ha affidato alla riutilizzazione della linea ferroviaria l’ulteriore sviluppo delle potenzialitA� turistiche, anche rispetto all’intero contesto della Sicilia sud-occidentale da Agrigento a Selinunte, e di collegamento fra le aree di sviluppo territoriale e le zone balnearia�?.

a�?Per l’ex linea ferroviaria a�� viene illustrato a�� A? stata prevista la possibilitA� di attivare specifici percorsi turistici con modalitA� a�?leggerea��, di tipo perdonabile, ciclabile o con speciali mezzi motorizzati che possono incrementare la fruizione delle aree costiere, delle aree naturalistiche, delle emergenze ambientali, paesaggistiche e storico culturali dell’intero territorio.A�La richiesta di sospensione della vendita dei lotti trova anche valida motivazione nel fatto che il Comune di Sciacca si troverA�, comunque, nella grave difficoltA� a poter esercitare l’eventuale diritto di prelazione in quanto la recente normativa e la posizione giurisprudenziale contabile, rilevano il divieto di acquisto di beni da parte degli Enti Locali, con preferenza invece per processi di dismissione, salvo casi di comprovata indisponibilitA� e indilazionabilitA�a�?.

a�?Non A? superfluo evidenziare a�� rileva il sindaco Fabrizio Di Paola a�� che la mancata indicazione nel bando della destinazione urbanistica dei lotti messi in vendita (molto limitative rispetto alle iniziative che i privati potrebbero avere intenzione di realizzare) possa indurre in equivoco eventuali offerenti, con il conseguente rischio di azioni volte all’annullamento del bandoa�?.

Nel ribadire la richiesta di sospensione, il sindaco Fabrizio Di Paola ritiene a�?necessario fissare un momento di incontro al fine del raggiungimento di un risultato utile con la collaborazione degli Enti interessati e, pertanto, si resta disponibili a voler concordare, in tempi brevi, una data al fine di attivare programmi strategici per lo sfruttamento delle risorse finanziarie comunitariea�?.

a�?In ogni caso a�� conclude a�� si chiede di essere, comunque, formalmente informati in ordine a eventuali offerte ricevute dal mercato, per assumere le nostre determinazioni.A�Resta salva ed impregiudicata ogni ulteriore e formale manifestazione di volontA� e/o iniziativa da parte di questo Comune per salvaguardare gli interessi pubblici in argomentoa�?.

Maggiori costi servizio rifiuti, la��Anci Sicilia sollecita interventi alla Regione Siciliana

cassonetti blu rifiuti

Prosegue la��azione della��Anci Sicilia a favore dei Comuni costretti a sostenere un maggior costo del servizio integrato dei rifiuti a seguito della��emergenza esplosa nella��isola la scorsa estate. Il sindaco Fabrizio Di Paola, componente del direttivo regionale, rende noto che la��Associazione dei Comuni ha recepito i rilievi e A�le richieste della��Amministrazione comunale di Sciacca in una nuova iniziativa in cui si chiede al Governo regionale una risposta concreta.

a�?La Regione Siciliana a�� dice il sindaco Di Paola a�� non A? ancora intervenuta in soccorso dei Comuni che hanno affrontato maggiori e imprevisti costi. Una��inerzia che di fatto ha reso inattuata e inattuabile una norma contenuta nella��ordinanza n. 5/Rif del presidente della Regione Siciliana emessa lo scorso 7 giugno. La��articolo 2, comma 7, aveva previsto la nomina di commissari straordinari da inviare nei Comuni per la��eventuale adeguamento di Tia o Tarsu e, comunque, per trovare soluzioni nella��ambito dei bilanci comunali e le risorse finanziarie ulteriori rispetto a quelle provenienti dalla tariffa o dalla tassa, vincolandole alla copertura dei costi derivanti dal servizio di gestione integrata dei rifiutia�?.

a�?Il presidente della��Anci Sicilia Leoluca Orlando a�� informa il sindaco Fabrizio Di Paola a�� ha indirizzato una lettera al presidente della Regione Crocetta, alla��assessore regionale alla��Energia Contraffatto e ai dirigenti dei Dipartimenti Acqua e Rifiuti e Enti Locali per sollecitare il governo a intervenire. Considerando che ad oggi non risulta che il comma 7 della��articolo 2 della��ordinanza presidenziale sia stato attuato e che non appare attuabile, la��Anci Sicilia chiede di conoscere con quali risorse e con quali modalitA� si intende intervenire per coprire i maggiori costi determinatisi sul servizio di gestione dei rifiuti a seguito della��emergenza estivaa�?.

Al teatro “SamonA�”, si celebra Santa Cecilia col complesso bandistico “Verdi”

banda giuseppe verdi

Sciacca celebra Santa Cecilia, protettrice dei musicisti. Domenica, con inizio alle ore 18,00, ci sarA� un momento di intrattenimento musicale a cura del complesso Bandistico a�?Giuseppe Verdia�? di Sciacca. a�?Performancea�? A? il titolo della manifestazione, promossa dalla��Assessorato alla Cultura del Comune di Sciacca.

Nel foyer del teatro popolare a�?SamonA�a�? si esibiranno i giovani allievi del complesso bandistico saccense diretto dal maestro Girolamo Dimino. Ad accompagnare gli allievi, in diverse performance, saranno i maestri Pietro Piazza ed Eleonora Ardizzone.

La��ingresso A? gratuito.

a�?Una domenica dedicata alla musica a�� dichiara la��assessore alla Cultura Salvatore Monte a��. Potremo ammirare le capacitA� dei musicisti saccensiA�del domani. Continua la��impegno della��Amministrazione comunale nel voler valorizzare il complesso bandistico locale che animerA� musicalmente, per la prima volta, il foyer del teatro. Il teatro di Sciacca vive in tutte le sue salea�?.

 

La ceramica di Sciacca approda a Cerreto Sannita

presepe al comune 2015

La cittA� di Sciacca partecipa al concorso indetto dal Comune di Cerreto Sannita denominato a�?Presepiartea��la nativitA� e il suo messaggio perenne di amore e di pacea�?.

Lo rende noto la��assessore alla promozione della ceramica Salvatore Monte.

La��iniziativa – spiega – si propone di incentivare la ricerca tramite il rinnovamento di forme e modi espressivi nella��ambito della produzione ceramica, individuando soluzioni decorative che coniughino passato e presente tramite una rilettura delle tradizioni, stili e decori della��arte figulina. Il concorso, quale approfondimento tematico nella��interpretazione del Presepe, A? riservato ai ceramisti dei Comuni iscritti alla��AiCC oltre che agli alunni dei Licei Artistici degli stessi Comuni e ad artisti ceramisti.

“La nostra cittA� a�� dice la��assessore Monte a�� sarA� rappresentata da due opere realizzate da due allievi della��Istituto a�?Bonachiaa�? di Sciacca. I due presepi in corsa per la cittA� di Sciacca sono stati realizzati da Melissa Muscarnera e Paolo Nocilla, sotto la attenta supervisione del professore Aurelio Balneare. Rivolgo un sentito ringraziamento alla dirigente Giovanna Pisano che ha accolto favorevolmente la mia proposta di partecipazione al concorso. La ceramica ‘Giovane’ di Sciacca approda, dunque, in un storia localitA� italiana. Agli allievi il personale in bocca al lupo della��amministrazione comunalea�?.