Ospedali di Sciacca e Ribera, autoconvocazione di sindaci e presidenti di Consiglio all’Assessorato Regionale alla Salute

ospedale sciacca

Sindaci e Presidenti di Consiglio comunale del territorio hanno deciso di autoconvocarsi presso gli uffici della��assessorato regionale alla Salute, a Palermo, martedA� 22 marzo 2016, alle ore 11 per illustrare di presenza la situazione degli ospedali di Sciacca e Ribera. La decisione A? stata presa ieri pomeriggio nel corso della��incontro che si A? svolto nella��aula a�?Falcone e Borsellinoa�? del Comune di Sciacca, indetto dal sindaco Fabrizio Di Paola e dal presidente del Consiglio comunale Calogero Bono. Presenti i massimi vertici istituzionali, Sindaci, Presidenti di Consiglio Comunale o loro delegati, di Calamonaci, Caltabellotta, Cianciana, Contessa Entellina, Lucca Sicula, Menfi, Montevago, Ribera, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belice, Santo Stefano di Quisquina, Sciacca.A�

La��incontro ha fatto seguito ai precedenti incontri e alla��ultima assemblea del Comitato della Salute svoltasi lo scorso 26 febbraio. Sindaci, presidenti di Consiglio hanno deciso di redigere un documento da trasmettere alla��assessore regionale alla Salute Baldassare Gucciardi in cui, a�?facendosi interpreti del forte malcontento dei cittadini, esprimono viva preoccupazione per la grave situazione delle due principali strutture sanitarie di questa parte della Siciliaa�?. Strutture che servono a�?un vasto territorio comprendente, a�?non solo la popolazione della��area occidentale della provincia di Agrigento (con i suoi Comuni costieri e montani) ma anche ComunitA� delle province di Trapani e Palermoa�?. a�?Una numerosa utenza a�� A? scritto nel documento a�� che si affida con fiducia ai nostri ospedali per le risorse professionali di altissimo livello in servizio presso le varie UnitA� Operative che, quando messe nelle condizioni di lavorare con personale in numero adeguato alle richieste ed esigenze del territorio, riescono a dare quelle risposte che si attendonoa�?. A�

a�?Tavolata di San Giuseppea�? al Santa Margherita: tra fede, cultura ed enogastronomia

FullSizeRender (9)

La��istituto alberghiero a�?Amato Vetranoa�?, con il patrocinio del Comune di Sciacca, sarA� artefice nelle giornate del 18 e 19 marzo della a�?Tavolata di San Giuseppe, tra fede, cultura ed enogastronomiaa�?.

La manifestazione A? organizzata in occasione della festa di San Giuseppe con la��allestimento di un grande altare nei locali della ex chiesa di Santa Margherita di piazza Carmine, con la��immagine del santo avvolta, da fiori, piantine di frumento e varie pietanze tipiche, con pane benedetto di varie forme.

La a�?Tavolata di San Giuseppea�? verrA� inaugurata domani mattina, venerdA� 18 marzo alle ore 10,30, alla presenza delle autoritA� cittadine e resterA� aperta alle scolaresche e ai visitatori fino alle 19; sabato 19 marzo, sarA� aperta dalle ore 9 fino alle 13, con a mezzogiorno il a�?Pranzo dei santia�? con la degustazione dei piatti presentati.

Ospite la��associazione a�?Crescere insiemea�?.

Coinvolti, nella��iniziativa, tanti studenti della��istituto a�?Amato Vetranoa�?, con ragazzi provenienti anche da altre nazioni, che per la��occasione hanno voluto realizzare la��opuscolo a�?Le ricette dal mondoa�? . Un lavoro multiculturale, per A�a�?condividere i saperi e le tradizioni culinarie del proprio paese da��originea�? e dare cosA� forma a�� si legge nella��introduzione – a�?a momenti di condivisione e promozione della cultura della��incontro intesa come la��unica capace di costruire un mondo giusto e fraternoa�?.

a�?A? opportuno a�� dice la��assessore Salvatore Monte a�� che le nostre tradizioni rimangano ben salde nella nostra memoria. La��altare di San Giuseppe rappresenta un tassello della nostra storia. Un sincero ringraziamento alla��istituto alberghiero Amato Vetrano, al suo dirigente, ai professori e agli alunni, che con impegno e passione donano alla nostra cittA� momenti di sviluppo culturale e mantenimento delle nostre tradizionia�?.

“Il Sacro nel privato”, una mostra di immagini e oggetti antichi a scopo di beneficenza

mostra we help il sacro nel privato

Una mostra dal titolo a�?Il Sacro nel privatoa�? per raccogliere fondi da destinare a famiglie bisognose. A? stata organizzata dalla��associazione a�?We helpa�?, composta da una quindicina di donne di Sciacca che da tempo si occupano di attivitA� di volontariato e anche di valorizzazione delle tradizioni popolari.

La��iniziativa A? patrocinata dal Comune di Sciacca, assessorato alla Cultura, e sostenuta dal Rotary Club, dal Consorzio Corallo di Sciacca e dal Circolo Garibaldi nei cui locali, in Via Garibaldi, la mostra verrA� inaugurata sabato prossimo 19 marzo alle ore 19, con la presentazione dello storico Filippo Chiappisi.

Verranno messi in esposizione fino al 22 marzo immagini e oggetti sacri antichi, dal a�?600 in poi. La mostra potrA� essere visitata fino al 22 marzo, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle ore 21.

La��iniziativa A? promossa a scopo di beneficenza. Per la visita, i promotori chiederanno un piccolo contributo. La��associazione di volontariato a�?We Helpa�? utilizzerA� il ricavato per buoni spesa da consegnare a circa 35 famiglie bisognose che da anni sono seguite dalla stessa associazione.

La��assessore alla Cultura Salvatore Monte ringrazia le volontarie della We Help a�?per le iniziative di solidarietA� che negli anni hanno promosso e per la pregevole mostra che sabato sarA� inaugurata al Circolo Garibaldia�?. Un ringraziamento che si aggiunge anche alla��invito della��assessore alle volontarie a�?a riproporre e ampliare la mostra sugli oggetti sacri per la prossima stagione estivaa�?.