Servizio idrico, il sindaco Di Paola: a�?Sfruttare emendamento, nonostante legge lacunosa che crea disparitA�a�?

FullSizeRender-18

a�?Sfruttare la��emendamento della recente legge votata dalla��Ars, per cambiare la gestione del servizio idrico in provincia di Agrigentoa�?. A? la posizione espressa dal sindaco di Sciacca Fabrizio Di Paola nel corso della��assemblea provinciale che si A? svolta questa mattina nella��aula Giglia, ad Agrigento, per l’applicazione della nuova legge regionale sull’acqua pubblica. Alla��incontro hanno partecipato i sindaci attualmente in convenzione con il gestore privato Girgenti Acque.

La delegazione del Comune di Sciacca, oltre al Sindaco, era composta dal presidente del Consiglio comunale Calogero Bono, dal segretario generale Carmelo Burgio e dal dirigente del settore Lavori Pubblici Giovanni Bono.

a�?Pur evidenziando le incongruenze contenute nella legge e la disparitA� di trattamento per i cittadini, – dichiara il sindaco Fabrizio Di Paola a�� oggi A? stata fortemente affermata la volontA� di avviare le procedure per addivenire alla gestione pubblica dell’acquaa�?.

Dopo ampia discussione – rende noto la delegazione saccense -, A? passata la proposta del sindaco Di Paola di predisporre un atto di apertura del procedimento amministrativo da far sottoscrivere a tutti i sindaci per una gestione diversa del servizio idrico. La��atto sarA� predisposto da un coordinamento tecnico di cui faranno parte anche il sindaco Fabrizio Di Paola e il segretario generale Carmelo Burgio. PrecederA� la delibera che sarA� adottata dai consigli comunali, cosA� come prevede la legge.