Sviluppo Pesca: il ruolo dei Gac nella nuova programmazione Ue, seminario a Favignana

marina porto

Il fondamentale ruolo dei GAC nella nuova programmazione dei fondi europei. A? stato tra gli argomenti in discussione nelA�quartoA�seminario nazionale dei Gruppi di Azione Costiera Italiani che si A? svolto dal 7 alla��8 maggio a Favignana nella��ex Stabilimento Florio.

A darne comunicazione A? la��A.T.S. a�?Rete dei Gruppi di Azione Costiera Siciliania�?, di cui A? capofilaA�il Gac a�?Il Sole e la��Azzurro a�� tra Selinunte, Sciacca e Vigataa�? conA�presidente il sindaco Fabrizio Di Paola:

a�?Alle due giornate di lavoro, organizzate dalla Rete dei GAC Siciliani, la cui iniziativa A? stata fortemente voluta dal Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea, hanno partecipato, oltre ai rappresentanti di tutti i GAC nazionali provenienti dalle diverse regioni italiane, anche dirigenti ed esperti della Direzione Generale Pesca del Ministero e del Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea, Istituti di Ricerca, il Consorzio Nazionale Unimar, la��Area Marina Protetta delle Isole Egadi, Associazioni di Categoria e Organizzazioni Sindacali e vari operatori del settore della pescaa�?.

a�?Oltre ad una disamina del lavoro sin qui svolto dai GAC, si A? discusso della nuova programmazione 2014-2020 prevista dal FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e della Pesca) e che riconosce ai FLAG (ex GAC) un ruolo ancor piA? fondamentale e incisivo, rispetto alla scorsa programmazione, stante il contributo che gli stessi hanno dato e che potranno, con la nuova programmazione, continuare ad offrire per lo sviluppo locale dei territori costieri attraverso interventi rivolti, principalmente, in favore dei pescatori e del settore pescaa�?.

a�?Il seminario si A? chiuso con la��intervento conclusivo del Dirigente Generale della Pesca Mediterranea, Dario Cartabellotta, il quale, oltre a rimarcare il ruolo strategico che hanno avuto in questi anni i GAC, stante il loro contatto diretto con i territori costieri e con gli operatori della pesca, ha anche garantito la��impegno costante della��Assessorato in favore della pesca siciliana e di tutte le attivitA� ad essa collegatea�?.

a�?Nella��occasione, ha anche assicurato il proseguo, se mai ci fosse stata interruzione, della��attivitA� e della��impegno della Sicilia e, in particolare del Dipartimento Pesca, alla importante manifestazione universale di EXPO 2015, invitando i GAC a continuare il percorso giA� intrapreso, pianificando le diverse iniziative e attivitA� dagli stessi previste alla��interno del Cluster Biomediterraneoa�?.

a�?I GAC Siciliani hanno appreso, con soddisfazione, le rassicurazioni enunciate da Cartabellotta, accogliendo, favorevolmente, la��invito e mostrandosi giA� pronti ad affrontare la grande sfida che li vedrA� protagonisti, ognuno per il proprio territorio, alla��interno della vetrina mondiale della��Cluster Biomediterraneo di Expo 2015. I GAC Siciliani, infatti, nel corso dei sei mesi di EXPO, avranno a disposizione due settimane ciascuno per svolgere, alla��interno del Cluster Biomediterraneo, tutte le iniziative e manifestazioni finalizzate a promuovere, a livello mondiale, il territorio e la cultura siciliana, i prodotti tipici del nostro mare e della nostra terra; insomma far conoscere quanto di meglio ca��A? nella nostra isolaa�?.